Partecipa a GrossetoOggi.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

No alla chiusura degli uffici postali: il comune di Castiglione della Pescaia organizza due riunioni pubbliche

Farnetani: “Contro lo scellerato piano di riorganizzazione di Poste Italiane, mercoledì 4 a Buriano e giovedì 5 a Punta Ala, chiamiamo alla mobilitazione tutti i cittadini”

Condividi su:

CASTIGLIONE DELLA PESCAIA - Due incontri per dire no alla chiusura degli uffici postali nelle frazioni castiglionesi di Buriano e Punta Ala. Il primo è previsto per mercoledì 4 marzo alle ore 11.00 presso l’ufficio postale di Buriano e il secondo giovedì 5 marzo alle ore 11.00 all’ufficio postale di Punta Ala. Ad indire gli appuntamenti e ad invitare la cittadinanza è proprio il sindaco in persona: “Non possiamo accettare questi gravi disservizi alla cittadinanza – dice Farnetani -. Poste Italiane è titolare di un servizio universale che deve garantire tutti”. Ma facciamo un passo indietro: “A firma del direttore della filiale di Grosseto, Poste Italiane ha comunicato a questa amministrazione che dal 13 aprile provvederà alla chiusura dell’ufficio di Buriano e di quello di Punta Ala nel periodo compreso da novembre ad aprile – spiega il sindaco -. Se a tutto questo si sommano gli innumerevoli disagi creati nella consegna della posta nelle varie aree del nostro territorio, appare chiaro che Poste Italiane intende abbandonare il proprio ruolo di erogatore di servizi essenziali ai cittadini. Contro lo scellerato piano di riorganizzazione di Poste Italiane chiamiamo alla mobilitazione tutti i cittadini per sostenere le azioni della Regione dei Comuni toscani interessati dai provvedimenti”. Agli incontri programmati saranno presenti tutti gli amministratori, giunta e consiglieri e sono stati invitati anche il direttore della filiale di Grosseto e le organizzazioni sindacali.

Condividi su:

Seguici su Facebook