Partecipa a GrossetoOggi.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Grosseto, forte vento: 30 interventi effettuati in varie zone della città

Coinvolte anche le aree adiacenti e quattro scuole, tutte messe in sicurezza

Condividi su:

GROSSETO - Si stanno concludendo i 30 interventi effettuati in molte zone della città e delle frazioni a partire da questa mattina alle 5.30 e che hanno impegnato gli operatori del Comune di Grosseto insieme al personale delle ditte affidatarie della manutenzione. Rimosse le 50 piante (da notare che per il 90% si è trattato di pini domestici) e i rami caduti che intralciavano la circolazione stradale, ancora interrotta in via delle Gerlette.

Alcune chiamate hanno riguardato anche i plessi scolastici, già messi tutti in sicurezza. Un intervento si è svolto accanto alla scuola di Braccagni, dove è stato rimosso un cipresso che il vento aveva fatto cadere sulla recinzione e sul tettuccio del vialetto. Rimossi anche altri 4 alberi pericolanti dell'area. Un secondo intervento si è reso necessario per rimuovere un olmo caduto anche in questo caso sulla recinzione della scuola di Vallerotana. Rimossi inoltre i rami caduti vicino la struttura di via Rovetta e vicino il plesso scolastico di via Adamello. Tolto anche il cipresso caduto vicino alla scuola in via Montebianco. Intervento in corso anche alla scuola del Pollino per un albero caduto e alcuni rami da potare. Sono infine in corso sopralluoghi approfonditi da parte dell'ufficio tecnico del Comune.
Ricordiamo che per segnalare altri problemi legati alla caduta di alberi e rami sulle strade cittadine è possibile contattare la centrale operativa della Polizia Municipale ai numero 0564488500. Per quanto riguarda invece gli alberi caduti in aree private come giardini o aree condominiali, che non sono di ostacolo alla viabilità pubblica, i cittadini possono rivolgersi ai propri amministratori di condominio o direttamente a ditte specializzate per procedere alla rimozione.
Le previsioni metereologiche prevedono un miglioramento per la giornata di domani, per la quale la Regione segnala una criticità ordinaria.

Condividi su:

Seguici su Facebook