Partecipa a GrossetoOggi.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Accordo tra Confagricoltura Grosseto e Banca Popolare di Vicenza: l'intervento di Vivarelli Colonna

"Una sfida importante che può essere decisiva per il nostro settore"

Condividi su:

GROSSETO - Confagricoltura Grosseto e Banca Popolare di Vicenza hanno stipulato un accordo che potenzia ulteriormente quello recentemente firmato a Vicenza a livello nazionale, rafforzando la collaborazione della Banca con le imprese agricole socie di Confagricoltura.

Banca Popolare di Vicenza è stata tra le prime banche ad aver affiancato al progetto confagricolo Agricheck il proprio modello di valutazione del merito creditizio (Validagri®), prevedendo per le aziende agricole che operano in cosiddetto regime “naturale agricolo”- ovvero non sono tenute alla redazione del bilancio - tempi di delibera più brevi da parte di BPVi (massimo 30 giorni lavorativi), a fronte dell’utilizzo da parte delle imprese convenzionate di uno specifico Modello di Presentazione Aziendale per istruire la pratica di affidamento.
Inoltre, nell’ambito dell’accordo siglato, la Banca offre un pacchetto di finanziamenti e di prodotti creditizi a condizioni di favore destinato a tutte le aziende agricole, assicurando uno sconto del 50% sulle spese istruttorie.

“Si tratta del primo accordo provinciale stipulato a livello nazionale – spiega il presidente Vivarelli Colonna - In particolare, la Banca Popolare di Vicenza ha condiviso con entusiasmo la filosofia di base del “Progetto credito”, che Confagricoltura sta portando avanti con la finalità di costruire sul territorio una rete di assistenza alle imprese agricole associate nel campo del credito, istituendo un sistema di rating che comporta uno snellimento burocratico impressionante e permette una accessibilità creditizia sburocratizzata, snellita ed enormemente migliorata nella tempistica di attuazione. Con il progetto Agricheck la nostra associazione – aggiunge il presidente di Confagricoltura Grosseto – si professionalizzerà e incrementerà ancora di più il suo livello per essere all’altezza di una sfida così importante”.

“Banca Popolare di Vicenza pone da sempre grande attenzione al mondo dell’agroalimentare – ha commentato Samuele Sorato, Consigliere Delegato e Direttore Generale di Banca Popolare di Vicenza – con uno stock di impieghi pari a 1,2 miliardi di euro. Nel 2014 il Gruppo BPVi ha erogato nuovi finanziamenti alle imprese agroalimentari per quasi 170 milioni di euro, il 7% delle erogazioni totali del nostro istituto. Si tratta di un impegno concreto a sostegno delle piccole e medie aziende di un settore di grande importanza per l’economia e il prestigio del nostro Paese; saremo al fianco delle imprese anche per accompagnarle in un percorso di crescita all’estero”.

Per quanto riguarda le offerte dedicate agli operatori del mondo agricolo e delle attività connesse, Banca Popolare di Vicenza dispone di un’articolata gamma di prodotti denominata Programma Agricoltori di SemprePiù Impresa. Uno dei prodotti che la gamma include è il tradizionale conto SemprePiù Impresa, che prevede la carta bancomat nazionale e internazionale a canone zero per 12 mesi, l’home banking @time Impresa Light, servizi assicurativi dedicati, il Conto sempre più Famiglia Light per l’imprenditore- a canone zero e con operazioni gratuite illimitate, e spese di istruttoria per il mutuo casa scontate del 50%. Le aziende associate avranno inoltre accesso ai finanziamenti Mondo Verde, specificamente dedicati alle imprese agricole, che coprono ogni esigenza e fase di vita delle imprese agricole, dalle necessità di cassa per le aziende con prodotti dalla lunga maturazione ai finanziamenti a lungo termine per investimenti in attrezzature e terreni, tutti proposti con uno sconto del 50% sulle spese di istruttoria. Nel 2015, inoltre, BPVi ha mantenuto nella sua gamma dedicata al mondo agroalimentare la novità commerciale rappresentata da AGRI 2014, offerta che consente ai nuovi clienti del settore Agro-Alimentare di piccola dimensione ( fatturato inferiore ai 2,5 milioni di euro) di usufruire gratuitamente del conto SemprePiù Impresa Small e di numerose altre agevolazioni quali il canone mensile gratuito, l’esenzione dalla CSA per i primi 12 mesi, @time Impresa Light scontato del 50% per i primi 12 mesi, servizi assicurativi dedicati, carta di credito aziendale scontata del 50% per i primi 12 mesi, finanziamento cambiario a breve termine con commissioni di istruttoria scontate del 50%, con ulteriore riduzione del 50% al primo rinnovo. La Banca conferma il suo impegno nel favorire lo sviluppo all’estero delle imprese aderenti a Confagricoltura mettendo a loro disposizione anche una serie di servizi dedicati all’export, direttamente o anche grazie alla collaborazione con 71 banche estere di 47 Paesi.

Condividi su:

Seguici su Facebook