Qualche ora di pioggia e il Bagno Rocchette diventa inagibile: lo sfogo dei proprietari

"La situazione è diventata insostenibile. Ci sentiamo abbandonati"

| Categoria: Attualità
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

CASTIGLIONE DELLA PESCAIA - Una giornata di pioggia è bastata per mettere k.o. lo stabilimento balneare "Bagno Rocchette": in questa lettera, i proprietari del lido collocato a pochi chilometri da Castiglione della Pescaia si sfogano. 

""E' dal 1989 che siamo titolari dello stabilimento – esrdiscono i proprietari – e sono bastate poche ore di pioggia per rendere insostenibile la situazione. Siamo a soli tre giorni dal ponte di maggio, e alle porte con la stagione: ogni volta che piove, la strada che deve portare alla spiaggia diventa un lago, non percorribile per pedoni e biciclette. Così i turisti non possono arrivare al mare. Dietro allo stabilimento si trova il fosso dei sassi bianchi che, con la pioggia, trascina in spiaggia detriti e si porta via tonnellate di sabbia. Ad ottobre 2014 - ricordano i proprietari -  il fosso, con l'ennesima pioggia, è crollato! E' una vergogna immane, ancora non è stato ripristinato nonostante abbiamo mandato, alla bonifica e-mail con foto allegate, ed essere stati piu volte in comune ma le risposta è sempre la stessa: <<la burocrazia italiana è lenta>>"

Contatti

redazione@grossetooggi.net
mob. 338.1604651
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK