La Maremma a Expo con il festival Mav

Mercoledì 3 giugno l’attrice Elena Guerrini porterà in scena a Milano lo spettacolo “Orti Insorti”

| Categoria: Attualità
STAMPA

MILANO - Mercoledì 3 giugno, all’interno della Toscana fuori Expo 2015 (www.expotuscany.it) una giornata dedicata alla Maremma, con l’attrice maremmana Elena Guerrini. Nell’ambito di “Maremma e Amiata, territori incontaminati e ancora da scoprire” sarà presentata la nona edizione di Mav, “Maremma a Veglia col baratto”, accadimenti artistici a baratto, tra Manciano e Orbetello. Nato nel 2007, da un’idea di Elena Guerrini, il progetto Mav è considerato una straordinaria esperienza di arte, economia e valorizzazione dei territori. Il festival, che quest’anno sarà caratterizzato dal tema “Nutri-Menti”, si  è imposto nel panorama nazionale per originalità e cura della direzione artistica e per la proposta particolarmente innovativa, dove il territorio nutre l’arte e l’arte nutre il territorio. Mav è l’unico festival in Italia che si caratterizza per l’entrata a baratto, dove il pubblico assiste allo spettacolo portando olio, vino e prodotti della terra. Un progetto dalla forte sostenibilità ambientale, (non ci sono palchi, non ci sono sedie, né consumi elettrici. Il pubblico porta la sedia direttamente da casa e l’unica luce che si usa  è quella delle case o dei luoghi di ospitalità), che ha accolto negli anni Marco Paolini, Moni Ovadia, Iaia Forte, Alessandro Benvenuti, Ginevra di Marco, teatro delle Ariette, Simone Cristicchi e molti altri. Il 3 giugno, alle 19, andrà in scena al Chiostro dell’Umanitaria, in via Daverio 7 (Milano M3 crocetta), la replica numero 500 dello spettacolo Orti Insorti (in giardino con Pasolini, Calvino e il mii nonno contadino). Nato nel 2007, Orti Insorti vede ancora in scena Elena Guerrini, in veste di attrice, autrice, narratrice, quasi una giardiniera contemplativa, che guida lo spettatore partendo dalla Maremma di nonno Pompilio, fino a tutto il mondo green dei giorni nostri. La mente vaga tra un mondo che non c’è più, dove non si buttava via niente, e le lotte contadine contro le multinazionali. Uno spettacolo che ha entusiasmato i pubblici di tutta Italia, con alcune apparizioni estere in Usa, Svizzera e Polonia. Uno spettacolo che nasce a baratto e in occasione della replica cinquecento è previsto l’ingresso in prodotti della terra come olio, vino e formaggio. “Il festival Maremma a Veglia – spiega l’assessore comunale al Turismo, Giulio Detti - è un progetto da sempre sostenuto con grande entusiasmo dall’amministrazione comunale mancianese. La sua originalità, la valorizzazione del centro storico e lo spessore artistico dei protagonisti ne hanno fatto uno degli esempi più apprezzati a livello nazionale. Per questo abbiamo colto l’occasione di fare una rappresentazione di Orti Insorti, uno dei primi spettacoli di Mav a Expo. Sarà un modo importante per mettere in vetrina il nostro territorio e una nostra artista come Elena Guerrini”.

Contatti

redazione@grossetooggi.net
mob. 338.1604651
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK