Partecipa a GrossetoOggi.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Beach Tennis: Calbucci-Garavini e Corbara-Valentini trionfano a Castiglione della Pescaia

Ancora un grande successo per il prestigioso Torneo Internazionale

Condividi su:

CASTIGLIONE DELLA PESCAIA - E' stato un ponte del due giugno spettacolare per quanto riguarda gli amanti del beach tennis. Il Torneo Internazionale Città di Castiglione della Pescaia è stato un successo, sia di presenze che per il livello tecnico. L'evento, organizzato dall'Asd Beach Tennis Toscana di Luca Bidolli con la partecipazione del Comune di Giancarlo Farnetani, ha visto i migliori giocatori d'Italia e del mondo esibirsi e dare spettacolo sui campi dell'ex Maristella e dello stabilimento Faro per un week end lungo all'insegna del beach tennis. Nel maschile, la vittoria finale è andata alla coppia testa di serie numero uno composta da Alessandro Calbucci e Marco Garavini che si sono imposti per 7-5, 6-3 contro Michele Cappelletti e Matteo Marighella. Il percorso di Calbucci e Garavini ha visto il superamento del primo turno dei campioni contro Taccaliti-Leonardi, mentre nei quarti di finale sono stati eliminati Beccaccioli-Giovannini. In semifinale i campioni hanno sconfitto Meliconi-Carli. Nel doppio femminile invece il successo è andato a Martina Corbara e Ninny Valentini che hanno trionfato per 6-4 6-2 in una finale alquanto controllata contro D'Elia e Visani. Semifinali per Curzi-Nobile, sconfitte dalle vincitrici del torneo, e per Daina e la grossetana Michela Zanaboni che si sono fermate sul più bello, ko dalle finaliste. Con 7500 euro di montepremi il torneo di Castiglione della Pescaia, che era inserito nel contesto del progetto “Turismo, Sport, Natura, Primavera a Castiglione della Pescaia” promosso dal Comune del sindaco Giancarlo Farnetani e denominato “Giornate Europee dello Sport”, è stato senza dubbio il torneo di beach tennis più importante della stagione grossetana. Un evento che arriva dopo il grande successo della scorsa stagione, per un bis che Bidolli è riuscito ad ottenere grazie ad un'organizzazione impeccabile.

Condividi su:

Seguici su Facebook