Partecipa a GrossetoOggi.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Atletica: al via i Campionati Paralimpici a Grosseto

Tutti i migliori azzurri allo stadio Zecchini, con tante sfide da seguire nelle tre giornate di gare da venerdì 12 a domenica 14 giugno

Condividi su:

GROSSETO - Parte domani il grande evento degli Italian Open Championships 2015, meeting internazionale di atletica paralimpica e ottava tappa del circuito IPC Athletics Grand Prix, per tre giornate di gare da venerdì 12 a domenica 14 giugno. Lo stadio Zecchini di Grosseto si prepara a colorarsi di azzurro con tante presenze illustri del panorama nazionale. Infatti la rassegna è valida, per il terzo anno di fila, come Campionati Paralimpici Assoluti e vedrà in azione 143 atleti italiani appartenenti a 37 società che si daranno battaglia in pista ed in pedana per la conquista dei titoli tricolori. La sfida più grande per loro sarà quella di realizzare prestazioni di rilievo, confrontandosi con gli altri 332 atleti provenienti da ogni angolo del mondo.


Su tutti spicca il nome di Martina Caironi, sprinter e saltatrice in lungo T42 delle Fiamme Gialle, che nelle scorse settimane ha dato prova del suo talento, arrivando in vetta ai ranking mondiali con tre nuovi primati iridati: 15”15 nei 100 metri e 32”32 sui 200 nel meeting di Nottwil in Svizzera, ma anche 4.60 nel lungo a Barcellona, che le hanno consentito di essere proclamata atleta paralimpica del mese di maggio a livello internazionale da IPC Athletics. La pista di Grosseto le ha sempre portato fortuna, permettendole fin dal suo esordio allo Zecchini di collezionare risultati di grande rilievo, come il record mondiale della scorsa edizione. Le gare di velocità promettono scintille con la presenza di Oxana Corso (Fiamme Gialle), doppio oro mondiale e due volte argento T35 alle Paralimpiadi di Londra, e di Giusy Versace (Handy Sport Ragusa) che andrà all’attacco del suo record italiano T43. Sui 100 e 200 metri T11 non mancherà Arjola Dedaj (H2 Dynamic Handysports Lombardia), tre medaglie europee al collo in tutte e tre le sue specialità, compreso il salto in lungo (che avrà in gara, nella categoria T12, la formidabile ucraina Oksana Zubkovska con 6.60 di record personale, una misura da finale olimpica).

In campo maschile, il plurimedagliato paralimpico di corsa in carrozzina T51 Alvise De Vidi (Fiamme Azzurre) attende di sfidare uno dei suoi storici avversari, il messicano Edgar Navarro, per salire sul podio di 100, 200 e 400 metri. Sulle stesse distanze, ma per la categoria T44, si metterà alla prova il salernitano Emanuele Di Marino (H2 Dynamic Handysports Lombardia), che ha battezzato la stagione nel migliore dei modi con tre nuovi primati personali. La manifestazione vedrà anche il ritorno in pista sui 400 metri T20 del campione europeo Ruud Koutiki (Anthropos Civitanova Marche), alla prima vera uscita agonistica dopo un infortunio muscolare.

Nei concorsi, ci sarà il debutto stagionale di Assunta Legnante (Anthropos Civitanova Marche) che ha vinto l’oro alle Paralimpiadi di Londra nel getto del peso F11 per riprendere il filo di una carriera di primo piano, culminata con il successo agli Europei indoor del 2007 e interrotta dopo la perdita della vista. Nel 2013 ha vinto i Mondiali di Lione, poi l’anno scorso agli Europei di Swansea ha fatto doppietta: peso e disco, le stesse gare nelle quali è iscritta a Grosseto. Tra gli uomini, da seguire il lanciatore Oney Tapia (Omero Runners Bergamo): di origine cubana, ex giocatore di baseball nel ruolo di esterno, è in grande crescita e sta scalando posizioni nelle graduatorie mondiali di peso e disco F11. Ma uno degli atleti più in forma del momento è Giacomo Poli (Atletico H Bologna) che nell’arco di dieci giorni ha migliorato due volte il record italiano del giavellotto F44, prima a Nottwil in Svizzera e poi ieri a Parigi con 44.22. Sempre nei lanci, attenzione al siciliano Antonino Puglisi (Handy Sport Ragusa) autore del nuovo limite nazionale nella clava F32 con 21.50 a Siracusa, nel mese di maggio. Sulla pedana del lungo T44 ci saranno atleti affermati come il piemontese Roberto La Barbera (Gsh Pegaso), argento alle Paralimpiadi di Atene.

Quattro le sessioni di gare previste: venerdì pomeriggio dalle ore 15.30 alle 19.00 circa, sabato mattina dalle ore 9.30 alle 13.00, sabato pomeriggio dalle 15.30 alle 20.00 e domenica mattina dalle 9.30 alle 13.00.


PRINCIPALI GARE DI DOMANI, VENERDÌ 12 GIUGNO 2015
15.30  Disco              52 M (con il lettone Aigars Apinis, campione paralimpico)
16.00  Lungo             11-12 F (con Arjola Dedaj, Oksana Zubkovska)
17.00  1500 metri    T53 M (con il francese Pierre Fairbank)
17.00  Giavellotto     43-46 M-F (con Giacomo Poli)

Condividi su:

Seguici su Facebook