Partecipa a GrossetoOggi.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Grosseto: nuovi interventi sulle strade cittadine, altri 40 mila euro dalla Giunta Comunale

Assessore Monaci: “E da oggi in via Telamonio togliamo i pini, rifacciamo la strada e mettiamo i lecci che sono meno dannosi”

Condividi su:

GROSSETO - Una nuova serie di interventi di manutenzione su strade cittiadine è stata approvata dalla Giunta comunale nei giorni scorsi. Via Roma, via Canova, il marciapiede di via Senese e la strada del Grillese saranno infatti oggetto di interventi per oltre 40mila euro complessivi, che seguono quelli approvati la settimana scorsa per quasi 90mila euro. "Sono solo i primi passi – ha commentato l'assessore ai Lavori pubblici, Giuseppe Monaci – in quanto vedremo presto ulteriori lavori che stiamo impegnando avendo redatto i progetti e potendo attingere alle risorse 2015. Interesseranno molte strade cittadine, nonché edifici. Stiamo utilizzando al massimo ogni risorsa disponibile".

Inoltre è iniziato oggi anche un importante lavoro di rifacimento di un tratto di via Telamonio che già pochi anni fa aveva visto interventi di riqualificazione a seguito dei danni causati dalle radici dei pini. Ora si è invece reso necessario un altro intervento per lo stesso motivo e si è stabilita quindi la definitiva rimozione di 11 pini e la loro sostituzione con altre piante meno invasive e già di discreta altezza.
“Il nostro ufficio nell'eseguire i lavori deve tenere di conto della sicurezza e dei criteri migliori per garantire un buon sviluppo del verde pubblico – ha commentato l'assessore ai Lavori pubblici, Giuseppe Monaci – visto che decenni fa era stata compiuta una scelta errata nel collocare in pini domestici lungo le strade. Oggi – ha proseguito - butteremmo solo via i soldi se nel rifare il marciapiede e la carreggiata per una larghezza di 5 metri non avessimo eliminato anche i pini, peraltro già pericolosamente indeboliti dal precedente taglio di radici e pericolosamente piegati verso la strada". Ma l'abbattimento, effettuato anche tenendo conto delle segnalazioni di molti cittadini, sarà solo il primo passo perché a completare l'opera seguirà la messa a dimora di 6 piante di leccio di adeguato sviluppo (alte già 3 metri con un diametro di 18-20 cm).

Condividi su:

Seguici su Facebook