L'Archistar Simone Micheli in Maremma

il famoso architetto Simone Micheli a Punta Ala incontra gli albergatori locali

| di Luigi Galimberti
| Categoria: Attualità
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

Si è conclusa con la cena di gala l'incontro promosso da Federalberghi Grosseto, nella suggestiva cornice dell'Hotel la Bussola di Punta Ala ieri pomeriggio.


L'architetto Simone Micheli famoso nel mondo per le sue "opere" come l'hotel Barcelò di Milano, il centro Benessere x Asiago ed il Dune Stadium del Qatar per citarne alcune, ha incontrato albergatori e ristoratori della maremma.
L'evento di ieri ha offerto l'opportunità di conoscere la visione dell'architetto, che sostiene che un involucro edilizio, che sia una civile abitazione, hotel o Spa deve regalare emozione, e far parlre di se. Simone Micheli ha più volte rimarcato l'importanza della forma come parte integrante del prodotto/servizio, dell'importanza del fattore emozionale nell'esperienza d'acquisto.


In un piano di azienda che si rispetti affianco ai numeri dovrebbe esserci chiara una strategia comunicativa univoca, l'azienda deve comunicare tutti i sui valori e/o progetto con tutti i mezzi a sua disposizione. Le forme i materiali, i suoni e profumi sono parte importante di un prodotto e questi determinano in successo di una impresa, la capacità di comunicare il tutto con coerenza è la chiave del successo.


E' chiarissimo che il talento di Micheli non si ferma alla sua capacità di disegnare forme belle e funzionali, ma va oltre quella barriera fisica dei luoghi e spazi ed arriva nell'intimo del cliente, lasciando un ricordo emozionale che determina valore. Non poteva ieri in quella sede approfondire nessuno degli argomenti toccati, in quanto importanti ed appassionanti, ma è riuscito Micheli a scuotere le coscienze e rilanciare ad altri momenti gli approfondimenti, ma di sicuro è riuscito a trasferire molti messaggi importanti: comunicare e fare rete.
L'evento è stato sponsorizzato da alcune aziende di produzione di materiali, che compongono una parte della rete a cui attinge l'architetto Micheli per realizzare le proprie opere, che oltre ad esporre i propri prodotti e presentare le loro aziende hanno amplificato il messaggio forte dell'architetto.
Non sempre un'opera unica costa necessariamente di più, alcuni esempi citati ieri ne sono la conferma. Esperienza ed emozione sono obiettivi aziendali che in un mercato globale tutte le aziende dovrebbero riuscire a regalare al cliente come plus sul servizio venduto, l'emozione è gratis non si compra o vende ma deve essere compresa e riconosciuta.
Sperando di avere ancora in questa terra l'architetto Simone Micheli con la sua visione, non si può non notare che in maremma di emozioni ed esperienze da regalare ne avremo a bizzeffe, ma manca la capacità di comunicare e soprattutto sognare e far sognare.
 

maggiori info sul sito www.simonemicheli.com

Luigi Galimberti

Contatti

redazione@grossetooggi.net
mob. 338.1604651
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK