Innovazione inarrestabile

Una start up da unìesigenza

| di Marco Vannini
| Categoria: Attualità
STAMPA

Uno studente universitario, all’apparenza come molti altri, ha avuto un’intuizione nata da una sua necessità personale: la ricerca di un paio di occhiali. Durante il lavoro presso una catena di negozi di occhiali appunto, che svolgeva per mantenersi agli studi, Riccardo Cambò, ha avuto questa intuizione, dalla quale è riuscito a creare una start up; Iride Glasses.

Mentre cercava un paio di occhiali per se stesso, quindi con un’attenzione particolare a come questi avrebbero dovuto soddisfare le sue esigenze, si è accesa una lampadina.

Stava cercando degli occhiali funzionali, leggeri, molto minimali, che non coprissero l’espressività del volto, ma non esisteva niente che si avvicinasse alla sua idea, a quello che nella sua mente era l’immagine di se con gli occhiali. Nascono i primi occhiali senza le stanghette, che stanno su grazie all’utilizzo di materiali e tecnologie innovative e alla loro geometria.

Un’esigenza personale, che poteva essere esigenza di molti, si è trasformata in prodotto innovativo e dal design molto accattivante che non tarderà a fare tendenza.

La genialità non è scaturita dal voler creare qualcosa che non esiste, ma semplicemente dall’ottimizzare, dal rendere più fruibile ciò che esiste già, e che nel caso della start up, di cui stiamo parlando, non subiva cambiamenti sostanziali praticamente da sempre. Gli occhiali.

 

Marco Vannini

Contatti

redazione@grossetooggi.net
mob. 338.1604651
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK