Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Tesori in Comune: opere d'arte moderna di Grosseto raccontate dagli scrittori maremmani

Giovedì 4 febbraio ore 17.30 Museo di Storia Naturale della Maremma

| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

GROSSETO -  “Luca Patella può essere considerato il padre spirituale delle decine di giovani artisti che oggi praticano l'arte concettuale”. Così si esprimeva il noto critico Renato Barilli citando uno degli artisti più sperimentali e provocatori dell'arte italiana. Il Comune di Grosseto possiede una importante opera del 1995,  “Con naitre et male”, che Patella divulgò anche con il titolo “Paesaggio marino”.

Giovedì 4 febbraio alle ore 17.30 al Museo di Storia Naturale della Maremma, per il ciclo di incontri “Tesori in Comune”, Stefano Adami presenterà un suo racconto dedicato all'opera di Luca Maria Patella. Leggerà il racconto lo scrittore Mirio Tozzini e Mauro Papa, direttore del Cedav, relazionerà su “Luca Patella, Rosa Foschi e l'arte come filosofia”.

L'incontro fa parte del ciclo “Tesori in Comune” progettato dal Cedav della Fondazione Grosseto Cultura per far conoscere ai grossetani le opere d'arte moderna e contemporanea che entreranno a far parte della collezione d'arte delle Clarisse. Alcuni scrittori grossetani hanno scritto un breve racconto ispirato a un dipinto della collezione: ogni incontro sarà introdotto dalla lettura del racconto e proseguirà con una lezione, aperta e dialogica, sul contesto di produzione e ricezione dell'opera selezionata.

Il corso è gratuito per i soci di Fondazione Grosseto Cultura, ma ci si può associare anche durante l'incontro (30 euro annuali, 10 euro under 30). Gli studenti iscritti al Polo Bianciardi e al Polo Universitario di Grosseto hanno libero accesso.

Luca Maria Patella (Roma, 1934) è fotografo,  filmaker,  scultore,  performer,  psicologo,  filosofo,  poeta,  letterato  e scienziato. Patella  è certamente  tra  gli artisti  italiani  più  poliedrici  e  sperimentali  degli  ultimi cinquant'anni.  Influenzato  dagli  studi scientifici  del  padre  cosmologo,  Patella  fin  dall'inizio  della sua  carriera  ha  maturato  una  visione  dell'arte  di  tipo multidisciplinare  dove  scienza,  letteratura,  filosofia,  psicologia  tendono  a  fondersi  in  un  unico progetto  artistico senza  gerarchie  tra  i  differenti  media utilizzati. L'ironia e il gusto del paradosso, provenienti dalla lezione di Duchamp, si ritrovano nei continui sconfinamenti tra realtà e finzione, negli slittamenti da forma a parola e viceversa che Patella compie, rivelando spesso il senso non univoco di oggetti e situazioni.

 

Stefano Adami (Grosseto, 1969) si è formato in ambito filosofico. Ha insegnato in istituzioni angloamericane, tra cui la University of California e la University of Chicago. Si è occupato anche di librettistica italiana barocca ed è collaboratore della Encyclopedia of Italian Literary Studies della Princeton University. Traduttore, ha pubblicato due romanzi:  'Confuso con l'ombra'  e 'Calisto'.

Contatti

redazione@grossetooggi.net
mob. 338.1604651
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK