Partecipa a GrossetoOggi.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Confartigianato: “Olio contraffatto, reprimere le frodi ma non colpevolizzare un'intera categoria”

"In Maremma ci sono tanti frantoiani onesti e prodotti eccellenti"

Condividi su:

GROSSETO - L'inchiesta sull'olio d'oliva che ha portato a sequestrare quintali di prodotto contraffatto, perché venduto come Toscano Igp ma in realtà proveniente dalla Puglia e dalla Grecia, e a iscrivere nel registro degli indagati decine di imprenditori, tra i quali alcuni maremmani, rappresenta purtroppo l'ennesimo colpo inferto alla buona fede dei consumatori. Ma è proprio in circostanze come queste che si rivela più che mai valido l'appello a cercare sempre la maggiore qualità possibile nell'acquisto dei prodotti alimentari, olio compreso. E a questo proposito, anche nel comparto dell'olio, la Maremma non teme confronti. “In questo momento non vogliamo entrare nel merito delle indagini – dice il segretario generale di Confartigianato Imprese Grosseto, Mauro Ciani – ed è giusto che in tutta questa vicenda la magistratura accerti le responsabilità. Ma è altrettanto importante adesso non generalizzare, né colpevolizzare un'intera categoria per i reati eventualmente compiuti da alcuni. Perché i nostri frantoiani e le aziende del territorio hanno nel loro dna la produzione di qualità e da sempre svolgono un lavoro eccellente, a tutela del mercato e della salute del consumatore. Reprimere con estrema fermezza le frodi e le sofisticazioni dell’olio di oliva è di fondamentale importanza sia per i consumatori sia per l’intera categoria dei nostri produttori. Generalizzare però all'intero comparto gli atti illeciti di pochi sarebbe pericoloso, perché potrebbe indurre nel consumatore il dubbio che tutto il settore dell'olio maremmano sia coinvolto nella frode alimentare: questo danneggerebbe i frantoiani onesti, produttori che lavorano tutti i giorni per un olio di qualità, a tutela dei consumatori”. E' proprio per questo che Confartigianato da anni chiede agli enti preposti un'attenzione particolare nel tutelare le certificazioni d'origine e chi lavora con onestà e passione, nel rispetto di tutte le regole. L’olio d'oliva è una straordinaria eccellenza del nostro territorio che merita la massima valorizzazione e tutela, anche e soprattutto in situazioni come questa. 

Condividi su:

Seguici su Facebook