Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Calcio, eccola top 11 della Toscana: brilla ilgrossetano Blanchard

| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

La Toscana, al pari della bellezza dei suoi paesaggi e alla vastità delle sue opere artistiche, è una delle regioni del Bel Paese che di più ha dato all’universo calcistico italiano. Quelli nati sul suolo della regione del centro Italia sono stati alcuni tra i migliori e più vincenti atleti che hanno calcato i campi da calcio di tutto il mondo. Ma chi sono (o sono stati) i più forti calciatori originari delle province toscane?

Non possiamo non partire da un numero uno come Gianluigi Buffon, portiere della Juventus nato a Carrara nel 1979, considerato in maniera unanime tra i migliori estremi difensori della storia del calcio. Buffon è stato campione del mondo con la nazionale italiana allenata dal viareggino Marcello Lippi nel 2006 in Germania (e vicecampione d’Europa a Kiev nel 2012 con gli azzurri allora allenati dal fiorentino d’adozione Cesare Prandelli), oltre ad aver vinto dieci volte il campionato di Serie A (e una volta la Ligue 1) e vari trofei in Italia e all’estero (oltre ad una lunga sequela di premi individuali e di squadra). Ha, inoltre, preso parte a ben cinque diverse edizioni della Coppa del Mondo (compresa la sciagurata spedizione del 2014 in Brasile), record condiviso con il messicano Rafael Márquez ed il tedesco ex Inter Lothar Matthäus). Con Paolo Maldini, leggenda del Milan e oggi direttore sportivo dei rossoneri, Buffon è l’unico calciatore italiano ad aver disputato più di mille partite in carriera, come testimoniano le statistiche redatte dai migliori quotidiani sportivi come La Gazzetta dello Sport.

Nella super squadra della Toscana non può mancare Giorgio Chiellini, difensore (“collega” di Buffon alla Juventus) e capitano della Nazionale di Roberto Mancini. Chiellini è cresciuto a Livorno (anche se è nato nella vicina città della torre pendente) ed in carriera ha vinto lo scudetto in Italia nove volte di fila con i bianconeri, mentre con la maglia del Livorno (la sua prima squadra) ha trionfato nel torneo di Serie C1 nel 2002. Per tutti gli appassionati del mondo del calcio è considerato uno dei migliori difensori della sua era.

Con il capitano degli Azzurri e della Juventus, a guidare la difesa c’è anche Leonardo Blanchard, grossetano doc che ha vissuto i suoi anni migliori in quel di Frosinone (122 presenze e 9 gol in totale in quattro stagioni). Blanchard è rimasto assai legato al capoluogo ciociaro (dove è cittadino onorario), città dove ha giocato le sue migliori stagioni da calciatore.

Nel 2014/2015 la suaannata da record, con il Frosinone, ieri come oggi secondo gli addetti ai lavori delle scommesse sportive come Betway, protagonista in Serie B, come dimostrano le prossime quote favorevoli a 2.20 controun’altragrandepretendente per il saltonellamassimaserie come il Chievo. Il grossetano, come detto, ha anche disputato la stagione 2015/2016 nella massima serie, dopo essere stato protagonista della promozione in A dei canarini, scendendo in campo 28 volte e arrivando a segnare ben 3 gol.

Da Grosseto ci spostiamo a Prato, città che ha visto crescere calcisticamente Alessandro Diamanti, lo zingaro del pallone. Classe 1983, “Alino” è un centrocampista offensivo, già nel giro della Nazionale fino al 2013, che in carriera ha giocato in Serie C2 e C1, in Serie B, in Serie A (a Livorno, Brescia, Bologna, Firenze, Bergamo e Palermo), in Inghilterra (al West Ham e al Watford) ed in Cina (con il Guangzhou Evergrande dove ha vinto il titolo nazionale nel 2014 con Marcello Lippi allenatore). Attualmente, Diamanti è un calciatore del Western United FC, prima squadra della città di Melbourne in Australia; nonostante non sia più un giocatore alle prime esperienze, l’ex fantasista del Livorno si è detto convinto di poter tornare a giocare in Italia anche oltre i quarant’anni.

Chiudiamo con il carrarino Federico Bernardeschi, attaccante oggi in forza alla Juventus e titolare della nazionale italiana. Noto come il Brunelleschi del calcio (per il suo pregevole dribbling), “Berna” ha giocato in Serie A con la Fiorentina e, appunto, con la Vecchia Signora, con cui ha vinto tre scudetti.

Contatti

redazione@grossetooggi.net
mob. 338.1604651
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK