Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

A Monticello Amiata al via la prima edizione di Linfa festival

Un nuovo festival per rilanciare l'antico borgo e la Riserva Naturale di Poggio all'Olmo

| di Anna Riso
| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

Si svolge dall’8 all’11 luglio nel borgo di Monticello Amiata e nella Riserva Naturale di Poggio all’Olmo la prima edizione di Linfa, un festival internazionale di arte, natura e scienza che punta alla rigenerazione del territorio.

Quattro giorni di mostre, installazioni, teatro, street art e performance, alla ricerca di nuove forme di sperimentazione e di azione in una modalità “slow” per innescare un movimento organico e creativo. Puntando sul patrimonio naturale locale, Linfa si propone come un “festival diffuso” con interventi e attività che si svolgeranno a ciclo continuo (da mattina a sera) per incentivare dinamiche collaborative e pratiche inclusive tra abitanti, istituzioni pubbliche, soggetti privati locali, società civile organizzata, artisti e creativi.

Il festival si svilupperà in due percorsi: uno diurno per stimolare il pubblico a visitare e camminare all’interno della Riserva grazie alla forte attrattiva dell’installazione della scultura “Amiata Warrior Head” dell’artista internazionale Emily Young (Londra, 1951), considerata la maggiore scultrice inglese vivente, a cui si aggiunge una ricca proposta di escursioni, laboratori, pratiche e trattamenti all’aria aperta a contatto con la natura e un percorso pomeridiano e notturno all’interno del paese che partirà dai giardinetti della scuola primaria Monticello Amiata fino ad arrivare all’epicentro del borgo antico, per consentire ai visitatori di passeggiare lungo le vie di Monticello e di interagire con gli artisti, entrando in contatto con la musica, il teatro, le installazioni e i contenuti del Festival.

Proprio nella verticale della scuola Primaria Monticello Amiata sarà realizzata la prima delle quattro opere permanenti che il Festival regalerà al borgo grazie al contributo dello street artist di fama internazionale Millo, conosciuto in tutto il mondo per i suoi murales in bianco e nero intervallati da lampi di colore acceso che pongono l’accento sulla fragilità dell’esistenza umana in relazione al contesto.

Oltre al murales di Millo verranno realizzate altre 3 installazioni permanenti: un mosaico ceramico di Orode’ Deoro e un’installazione in ferro di Dario Giancane che saranno collocate tra le mura del borgo antico, e un’installazione in legno di John Cass che si inserirà nella Riserva Poggio all’Olmo. L’obiettivo dei quattro interventi permanenti è di riqualificare spazi che versano in uno stato di abbandono e di innescare un processo di rigenerazione urbana, culturale e sociale dei luoghi.

Il programma di Linfa festival prevede inoltre un ricco cartellone di installazioni, mostre e performance, come “Natura Naturans” un’installazione multisensoriale dell’artista italo brasiliano Jose Carlos Bellantuono, realizzata in modalità site specific con molteplici materiali riciclati e tecnologie obsolete; “Drawing the Forest” una performance audio/visual a cura dell’artista portoghese Rapozo; “Follow up” una performance di “social sculpture” ad opera dell’artista italiano Matlakas incentrata sul tema del riscaldamento globale; “Nzungu” performance sonora del produttore portoghese di origini capoverdiane André Xina; Coera”, performance musicale accompagnata da letture e dialoghi con la natura, a cura di Cristina Dimauro; “La Forma del Suono”, una performance audio/visual sulla memoria dell’acqua ispirata agli studi del ricercatore giapponese Masaru Emoto, a cura di Elvira Fraccalvieri e Moreno Capozzo; l’installazione fotografica dell’artista spagnolo David De La Cruz all’interno del borgo antico; “Lympha”, installazione interattiva audio/visual a cura di Francesco Navach, in cui, mediante l’utilizzo del Makey Makey, le piante diventano dei “tasti da suonare”; Antonio Abbatepaolo, scultore, designer, dj e performer, presenterà una grande installazione in legno all’interno del borgo antico; le installazioni pittoriche dell’artista cubano Jormay Gonzalez Monduy, Clesk, Giovanni Anastasia e Erk14, oltre ad una mostra collettiva nel vecchio Teatro del paese.

Linfa è un evento ideato e creato da PalomArt piattaforma internazionale di arte indipendente già direzione artistica di Borgo Universo (Aielli, AQ). L’evento è realizzato in collaborazione con Pro Loco Monticello Amiata con il contributo di Fondazione Bertarelli e con il patrocinio di Comune di Cinigiano.

Media partner siamomine e Nodes

Set designer Valeria Iozzi

Il festival ringrazia Assicoop Toscana Spa e UnipolSai assicurazioni, Cooperativa Biofan, Consorzio Montecucco, Camping Lucherino e Ristorante il Lucherino, Le pianore, Punto Edile, Vivai Moscatelli, Asiko.

Info e prenotazioni: info@linfafestival.com | www.linfafestival.com

 

 

Anna Riso

Contatti

redazione@grossetooggi.net
mob. 338.1604651
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK