Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Problemi della rete fognaria, tombini e miasmi di Follonica

| di ALESSANDRO SAITTA
| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

Siamo i 'Follonichesi Stufi' (su Facebook) e vogliamo utilizzare una diversa impostazione della nostra lettera da inviare ai 'mass media'. Cominceremo di volta in volta ad approfondire i problemi che affliggono la nostra comunità, condendoli anche con qualche segnalazione nel dettaglio, se ce ne fosse il bisogno.

Come inizio si parlerà di 'Rete fognaria, tombini e miasmi'.

 

La situazione della rete fognaria follonichese è altamente critica ed essa crea molteplici disagi alla cittadinanza. L'insufficiente manutenzione delle varie fogne dislocate nella città, permette che esse siano ostruite alla prima pioggia consistente (nel caso che non venga a verificarsi addirittura una 'bomba d'acqua) con conseguente allagamento di interi quartieri, danneggiamento di materiali all'interno di strutture al pianterreno (garage, negozi, uffici, ecc.), oppure che si allaghino i sottopassaggi ferroviari che vanno a creare ostacoli e disagi alla circolazione  urbana, quando non vengano a verificarsi incidenti.

Oltre a questo, le poche fogne in grado di svolgere il loro compito, sono costrette ad un sovraccarico di lavoro ed inevitabilmente traboccano dai tombini (riversando il contenuto della fogna - evito di specificare di cosa si tratti - all'interno della città e successivamente in mare… Bella la Bandiera Blu!).

Come se non bastasse quello che ho detto finora, ci si mettono anche i vari tombini divelti in vari punti della città, che oltre ad essere pericolosi per i pedoni incauti (dato che per camminare a piedi in Follonica bisogna usare la massima cautela ed impavidità, per vari motivi) spesso emanano miasmi in grado di 'appestare' interi quartieri, oltre a far rischiare il danno igienico-sanitario.

Ci domandiamo se non sia possibile delegare a qualche  operaio il compito di censire lo stato di tombini e fogne sul territorio. È proprio tanto difficile? Se secondo la Nostra Amministrazione (perennemente sotto organico in tutti i settori, come dice) non fosse possibile, potremmo organizzarci noi cittadini stessi con gruppi di volontari e ditte specializzate (a spese nostre), ma  a quel punto esigiamo un abbassamento della tariffa (aliquota) dell'IMU dato che verrebbe meno un servizio che dovrebbe dare l'Amministrazione ai contribuenti cittadini.

 

E adesso alcune situazioni critiche follonichesi segnalate dai nostri concittadini su vari argomenti.

 

Segnalazioni varie:

 

-Perché non viene rispettata (e nemmeno fatta rispettare) l'ordinanza che vieta di portare i cani in spiaggia libera dato che essi hanno a disposizione le loro spiagge?

 

-La messa in opera dell’impianto di irrigazione in via Madre Teresa di Calcutta, non è stata ancora completata, nonostante i lavori siano iniziati alcuni mesi fa. Le aiuole sono diventate contenitori di fango e oltretutto gli irrigatori rimangono accesi per ore intere;

 

-Il tema della mia segnalazione tratta della mancanza a Follonica di un Pronto Soccorso! Qui non manca solo il Commissariato di Polizia o altre idee puramente propagandistiche o demagogiche, ma la questione più seria è che non è sufficientemente una struttura di primo soccorso. In inverno siamo circa 25000 abitanti (che sono già abbastanza), ma nei mesi estivi superiamo le 100000 presenze! Vorrei lanciare un appello e se necessario mettiamo in atto una grande raccolta di firme, ma RIPORTIAMO IL PRONTO SOCCORSO A FOLLONICA! Sono sicuro che moltissimi cittadini saranno d'acconto con me. Vorrei anche proporre l'idea di formare un comitato apartitico per un'eventuale raccolta firme, con l'obiettivo di riportare il Pronto Soccorso a Follonica. Io nonostante i miei 80 anni sono disponibile per il bene di tutti i cittadini;

 

Viabilità, Polizia Municipale e parcheggi:

 

-Gira voce (ma non  si sa quanto sia vera) che Polizia Municipale stia impiegando una macchina con due agenti sulla variante Aurelia, con l’intento di “battere cassa” mediante l’utilizzo dell’autovelox, utilizzando i due agenti fermi per ore e ore. 

Secondo me questo tipo di servizio sarebbe di competenza della Polizia Stradale, dato che in questo periodo (Estate) sarebbe più utile che gli agenti pattugliassero la città (e poi l'Amministrazione si lamenta del fatto che la Polizia Municipale non ha agenti sufficienti…);

 

-Salve a tutti sono un abitante stagionale  "invernale" di Follonica e ogni tanto sono passato anche d'estate. La cittadina mi piace perché è pianeggiante ed il mare a due passi. Ovvio, ci sono problemi come in tutte le città grandi e piccole. Mi ha colpito però l'insufficienza dei parcheggi che se in inverno "reggono", già a metá giugno quando ci sono stato, mancano. Non so se mai sia stato proposto in anni precedenti, ma non ci sarebbe la possibilità di fare un parcheggio "multipiano" o sotterraneo o più ampio collegabile col centro con una navetta? Ovviamente è un parere personale. Un tempo abitavo a Ostia Lido-Roma e quindi la questione l'ho vissuta, ma anche lì non è che sia stato fatto un granché…;

 

-In fondo a via Vespucci (la strada strada che va dalla scuola di via Gorizia verso via della Repubblica) se si deve girare verso via Bicocchi (a sinistra) si è costretti a superare la linea di arresto a causa dei mezzi parcheggiati che impediscono la visuale. Questo è solo un esempio, dato che la maggioranza degli incroci follonichesi sono come quello sopracitato, quindi la visibilità all’incrocio è scarsa (quasi tutti i parcheggi sono 'appiccicati' agli incroci, mentre per la precisione l’auto dev’essere distante almeno cinque metri dall’incrocio, come recita l’articolo 158 del codice stradale… Ma forse a Follonica anche i parcheggi sono a Statuto Speciale), si verificano spesso incidenti e per completare tutto arriva la Polizia Municipale che attribuisce il torto o la ragione, tramite il lancio di dadi (dipende dal destino!). Viene da domandarsi se tali incroci siano stati progettati da una personalità competente o meno;

 

-In riferimento a Via Isole Eolie, sono anni che faccio presente la pericolosità per chi entra dalla rotonda presente sulla vecchia Aurelia verso viale Italia... Le persone con bici, passeggini, bambini tenuti per mano e non, con l'attrezzatura balneare, devono per forza camminare in mezzo alla strada per rientrare nei diversi villaggi dove soggiornano? Basta con i "non ci si può fare niente" ripetuti tutte le volte come risposta… Si aspetta il morto? 

E concordo con chi dice che la via sembra un circuito di GP per moto e auto;

 

-In zona industriale la nostra concessionaria è in via dell'Industria. Uscire dal nostro cancello, se non si sta attenti al massimo, significa cercare il suicidio, perché le macchine (mezzi pubblici compresi) passano a velocità da pista di competizione! Secondo noi commercianti sarebbe opportuno prendere provvedimenti con dossi di rallentamento o provvedere in altro modo, prima che si ripeta qualche altra disgrazia come già accaduto;

 

-Regolamentate meglio il parcheggio di fronte al Campeggio Tahiti!! Che significato ha la sosta consentita solo per tre ore? Se lo si è fatto per impedire la sosta ai camper, avreste potuto direttamente un divieto di Sosta ai camper, se lo si è fatto per fare qualche soldo (con i ricavi delle multe) avreste potuto farne una zona di sosta a pagamento. 

È assurdo vedere un parcheggio vicino al mare completamente vuoto o quasi. 

Sennò chiudetelo e fatene una zona mercato;

 

-In via Cassarello davanti alla caffetteria c'è un parcheggio per disabili perennemente occupato da una Opel senza nessun tagliando esposto. É possibile che non lo abbia mai visto nessun vigile?

 

-Sul tratto di lungomare, che va dalla colonia felina a pratoranieri, il marciapiede è impercorribile in due persone a braccetto (nel caso di una persona non vedente che deve essere accompagnata) o con i passeggini, perché oltre a essere stato fatto male, con la presenza dei pali della luce giusto in mezzo, è invaso inoltre dalle biciclette parcheggiate e accatastate (d'altronde i ciclisti non hanno un loro spazio idoneo per riporle) perciò passeggiare lungo quel tratto diventa una sorta di sfida alla vita,  perché si è costretti a camminare sulla strada che è percorsa da auto e furgoni, in più c'è la pista ciclabile… Quindi o impariamo a volare o sarebbe utile ricorrere ad un rimedio;

 

-I Sottopassi pedonali, nonostante i divieti, sono sempre  frequentati da ciclisti in sella al loro mezzo (mentre dovrebbero portarle "a mano") e ultimamente anche da skateboard/monopattini  con il rischio che i pedoni vengano investiti;

 

Decoro urbano e raccolta rifiuti:

 

-La spazzatura è tutta per le strade! Vanno incrementati i cestini svuotandoli spesso (specialmente in Estate);

 

-Perché gli accessi al mare non vengono puliti in modo sistematico e con frequenza settimanale, dato che sono diventati degli orinatoi a cielo aperto? (Da segnalare anche che manca una adeguata presenza di bagni pubblici in città);

 

-Nel parco di via Romagna (angolo via Cassarello) mancano cestini (è vero che ce ne sono tre, ma i bagnanti li usano come bidoni, quindi nel tempo di un giorno si riempiono);

 

-In via Cassarello servirebbe almeno un altri 3 o 4 cestini della spazzatura (se non di più), anche di quelli piccoli come quello che c'è già tra via Cassarello e via Berlino, dato che se una persona deve liberarsi dei bisogni del cane, deve fare una bella camminata per trovare un cestino dove buttarli. In quel caso i meno pazienti lasciano il sacchetto in mezzo alla strada (lo stesso problema si ripete in varie aree della città);

 

-Vorrei mettere in evidenza la mancanza di alberi, piante e fiori… Quei pochi che ci sono, sono mal tenuti, potati in modo improprio (la capitozzatura  è un sistema usato come "ultima spiaggia" con alberi non in salute, invece qui a Follonica viene usata come prassi), gli alberi vengono potati a primavera, quando stanno mettendo le foglie e quando gli uccelli nidificano (da incoscienti!). Le aiuole fanno pena, il Parco Centrale, che appunto dovrebbe essere un PARCO, ha delle piante assurde. Niente di quello che dovrebbe essere il "verde pubblico" è curato a dovere! E non voglio parlare delle piante nuove messe in pineta… Sarà che in vacanza vado in luoghi dove ci sono viali alberati, fiori ovunque, parchi e tutto tenuto impeccabilmente, con capacità e senso estetico, oppure sarà che sono "esigente" per Follonica, ma penso anche che una città che vive quasi esclusivamente di turismo dovrebbe investire al massimo su queste cose. E sulla spiaggia: Quella libera dovrebbe essere costantemente pulita, a prescindere dalla maleducazione delle persone. E chiunque venisse trovato a commettere gesti incivili (danneggiamento della cosa pubblica, dispersione di immondizia, ecc.) dovrebbe essere fortemente multato!

 

-Nella zona di viale Europa che va dal semaforo verso l'ASL, sembra di essere in una foresta, dato che i cespugli invadono il marciapiede e non si può passare, perché è da molto che non vengono potati;

 

-Nei luoghi dove si trovano i cassonetti della spazzatura andrebbe fatta una disinfezione periodica con lavaggio della pavimentazione! Per non parlare del depuratore che fa un'ottima pubblicità alla zona!

 

-Io abito in un condominio dove si effettua la raccolta porta a porta, in cui sono diversi appartamenti con affitti estivi i quali già da due anni vengono concessi a gruppi di ragazzi/e ai quali non importa niente del fatto che ci sia la raccolta differenziata o meno e ci ritroviamo puntualmente tutte le settimane con sacchi d'immondizia nel cortile;

 

-Vogliamo parlare di rifiuti? Da quando l'apertura dei cassonetti avviene solo con la Card c'è spazzatura ovunque. Cestini stracolmi… Sacchetti infilati nei cespugli… La pulizia si lascia molto desiderare;

 

Rete fognaria, tombini e miasmi:

 

-Il Comune dovrebbe controllare la fogne in via Massetana, all’altezza dell’entrata in San Luigi e Corti Nuove, perché l’odore che viene emanato è impossibile da sopportare, e sia di giorno che di notte si respira odore di bottino…

Si rischia anche un danno igienico-sanitario, visto che si tratta di un tombino di acque scure a cielo aperto;

 

-C'è un tombino in via Marconi  ricoperto da un coperchio (da terzo mondo) dove i passanti rischiano di cadere, visto che si muove facilmente e non è aderente al marciapiede… Sarebbe in caso che venisse sistemato, sempre con la dovuta  calma, anche se è in quelle condizioni  da prima dell'estate 2017 (sono solo più di 4 anni);

 

-In zona industriale (via dell'Agricoltura nello specifico, ma credo sia così per l'intera zona) quando piove la situazione è drammatica, e andrebbe ripristinato il sistema fognario (come un po' in tutta follonica).

 

-Tempo fa feci notare ad un Vigile Urbano che in via Rossini nel luogo in cui è stata edificata una nuova palazzina, sono stati aperti degli scavi per gli allacci delle nuove utenze (gas e fognature), che però non sono state ripristinate come dovuto.

Dopo alcuni mesi si sono formate grandi buche (da notare che alle spalle di suddette buche abita il Sindaco Benini, che si trova a passare di li tutti i giorni) e non so a chi spetti il ripristino corretto del manto stradale… Ho provato a chiamare il centralino della Polizia Municipale, ma mi sono sentito rispondere che dovrei rivolgermi ai “Lavori pubblici”. Ho provato a chiamare i “Lavori Pubblici”, ma non risponde nessuno…

Ricapitolando: La Polizia Municipale dice che non è una materia di sua competenza, il Sindaco ci passa tutti i giorni ma non vede niente di strano, i “Lavori pubblici” non rispondono al telefono, la ditta competente che ha aperto gli scavi non esiste più …. Stiamo aspettando che si faccia male qualcuno, per riparare queste buche… Sono stati spesi molti soldi per la riqualificazione di viale Italia, e poi la città è piena di buche (peggio di Roma)? Solite operazioni di facciata.

 

Sicurezza:

 

-In zona industriale, anche se è già stata attivata una raccolta firme, c'è il grande problema dei furti. Per la verità ci sono sempre stati, ma ultimamente sono cresciuti a dismisura.

La Polizia Municipale è assente e la vigilanza privata pur facendo il giro della zona, non può essere più che un semplice deterrente;

 

-Vorrei segnalare la mancanza completa di controlli in via dei Pini (fatto di cronaca recente a parte) con scorribande continue di “teppistelli” che rubano e danneggiano biciclette…Magari sarebbe il caso di installare  qualche telecamera?

 

ALESSANDRO SAITTA

Contatti

redazione@grossetooggi.net
mob. 338.1604651
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK