Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Altre segnalazioni dei Follonichesi Stufi

| di ALESSANDRO SAITTA
| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

Spett.le Redazione,

siamo un gruppo di cittadini (Follonichesi Stufi - gruppo Facebook) che sta cercando di mettere assieme tutte le problematiche (più o meno gravi) della nostra città (Follonica) affinché venga trovata soluzione per ognuna.

(Questa è solo la prima e-mail, ma ne seguiranno altre).

-Alla foce della Gora (Torrente Petraia) è stato dichiarato dall'ARPAT il divieto di balneazione, ma il Comune di Follonica non ha ancora messo i cartelli di divieto, e non ha delimitato con pali e corde i 100 metri dalla zona interessata (ne ha messo solo uno in prossimità della foce, piccolissimo); 

-In zona San Leopoldo ci sono i posti per ciclomotori vuoti e i ciclomotori viceversa vengono parcheggiati negli stalli a pagamento (ovviamente senza  ticket di parcheggio) oppure ancora peggio, tra una macchina e l'altra rendendo impossibile l'uscita dell'autovettura. Ci domandiamo se sia corretto pretendere il pagamento del ticket di parcheggio, quando questo non viene minimamente tenuto sotto controllo (ed aggiungiamo che é un vero e proprio furto!). In riferimento a questo argomento vorremmo fare notare che al contrario di quanto avvenga per le segnalazioni di pronto intervento (dove la pattuglia arriva anche dopo alcune decine di minuti), nel caso in cui si vada oltre il tempo pagato per il ticket anche di pochi minuti, la multa è già sul tergicristallo!

 

-In città molte zone si trovano 'al buio' e l'illuminazione non viene prontamente riattivata, quando ciò accade;

 

-Su quasi tutto (per non dire tutto) il territorio cittadino vige una totale noncuranza dell'apparato fognario. Cosa che  causerebbe allagamenti alla prima pioggia un po' più consistente, figuriamoci con le 'bombe d'acqua' che si stanno verificando negli ultimi anni;

 

-Nel parcheggio nei pressi del mercato settimanale i posti per i ciclomotori sono sempre occupati dalle auto (che non vengono mai sanzionate);

 

-La segnaletica orizzontale lascia molto a desiderare (molto poco visibile) un po' ovunque nella città, sia per quanto riguarda la delimitazione dei parcheggi, che le strisce pedonali.

(Tale problema tuttavia, mi è stato già spiegato dal Sindaco Benini ed un tecnico e sarebbe attribuibile al fatto che per due anni non hanno avuto a disposizione una ditta che si occupasse di tali manutenzioni. Mi è stato detto che, data la grossa mole di lavoro accumulatasi, sarà necessario tempo. In ogni caso, sempre in riferimento al fatto che l'Amministrazione follonichese sia stata senza una ditta che eseguisse lavori di manutenzione stradale per due anni, un cittadino chiede:

"Dato che abbiamo alcune cooperative in città in grado di eseguire tali compiti, non si potrebbero interpellare anche loro per eseguire i lavori, al fine di fare più velocemente?");

 

-In via De Gasperi una macchina risulta essere in sosta da otto mesi e nonostante sia stata effettuata la denuncia alla Polizia Municipale, tale mezzo non è stato ancora rimosso;

 

-Mancanza di controlli alle rotatorie, con la conseguenza che esiste chi vi transita a velocità elevata, cosicché anche gli altri sono spinti ad aumentarla per riuscire ad affrontare l'incrocio. Nelle rotonde la velocità massima consentita dovrebbe essere di 20 km/h per prevenire gli incidenti.

Oltre a questo la Polizia Municipale è incapace di svolgere degnamente il proprio lavoro, in caso di incidenti all'interno di esse, e permette (per esempio) che un 90enne a bordo di un velocipede e che va a urtare contro un'auto fermatasi allo 'Stop' (Superando di pochi metri la linea di arresto, ma che comunque era ferma prima dell'impatto), possa prendere la ragione. Oppure nel dare la ragione o il torto, senza neppure prendere in considerazione che uno dei due avesse una velocità troppo sostenuta. Oppure nel permettere che uno dei due veicoli si sposti dal punto dell'impatto prima che siano state effettuate le rilevazioni (e quindi venendosi a falsare tutto);

 

-Controlli inadeguati o del tutto assenti nei parchi e in tutta la città in generale, soprattutto in orario notturno (se ne può avere facilmente conferma visitando i parchi, pieni di bottiglie, lattine e vari contenitori (quando non si trovino siringhe, escrementi, assorbenti, ecc.)

(Sembra che sia stato risolto già questo problema con l'aiuto degli Steward della Pro loco… Vedremo se saranno sufficienti)

 

-Vorremmo proporre di mandare qualche operatore ecologico a pulire intorno alla zona ASL,  dato che dietro alla tenda del triage si trova  di tutto (carta, cotone, erba secca, ecc.) ed passaggio diventa improponibile;

 

-Anche questa vorrebbe essere solo una proposta: Nel parcheggio di via Golino, sono stati tolti da almeno due anni i bidoni della spazzatura, che erano allocati nelle due grandi aiuole. Non capiamo perché non si tolgono le aiuole, dato che così facendo si potrebbero recuperare almeno quattro o cinque posti auto;

 

-Visto che la città, specialmente in orario notturno, è preda di scorribande di "teppistelli" minorenni sicuri di restare impuniti, ci chiediamo se non sia il caso di rivolgere i dovuti provvedimenti verso i loro genitori;

 

Inoltre gradiremmo che la nostra Amministrazione rispondesse esplicitamente (e non in politichese con scuse varie) ai nostri seguenti quesiti:

 

-Come mai il parcheggio della Leopolda (e zona ex Ilva in generale) non può essere asfaltato? (Oltre a non essere un bel biglietto da visita per i turisti, risulta essere molto scomodo quando piove, oltre alla polvere che viene alzata quando è asciutto);

 

-Perché il Parco Centrale deve essere usato solo per il mercato settimanale? Non potrebbe essere utilizzato come parcheggio ed ospitare tante auto vista la carenza di parcheggi? C'è forse il timore che vengano danneggiati i cespugli incurati che ci sono? Il parco non è minimamente curato ed anche il mercato che vi si svolge è perfettamente adeguato al luogo…. Fa rimpiangere il mercato alla zona 167 Ovest!

(In merito alla richiesta di come mai non si possa utilizzare lo spazio del Parco Centrale come area di parcheggio, c'è stato chi ha risposto che siccome tale area ha ricevuto i fondi europei per quella destinazione d’uso, non può essere adibita a parcheggio, pena la perdita di fondi futuri.

Ora ammettendo veramente che non ci sia un modo per aggirare la questione (per i nostri amministratori è più comodo dire che non esiste modo, forse perché non converrebbe loro) vorremmo che qualcuno ci spiegasse come mai allora può essere adibito anche a spazio per il mercato settimanale, e come mai gli ambulanti possono parcheggiare i loro mezzi all’interno. Quello si può fare?

 

-Sul tratto con pavimentazione sul lungomare (ma anche in tutta la città) non si può passeggiare tranquilli, dato che se una persona non fa attenzione ai propri movimenti, può trovarsi travolta da una bicicletta, o da un velocipede a pedalata assistita, o da un monopattino che transitano ad alta velocità… Non potrebbe venire emessa un'ordinanza del Sindaco che imponga una velocità massima?

 

-il trenino turistico deve proprio passare obbligatoriamente dal lungomare quando ci sono i mercatini? Non si reputa che non ci sia abbastanza spazio per permettere ai visitatori del mercatino di passeggiare tranquillamente tra le bancarelle?

 

-Come mai la Polizia Municipale antepone nel periodo estivo, il sequestro delle merci dei venditori ambulanti sulla spiaggia, al controllo della viabilità nelle zone cruciali?

 

-Come mai in Viale Matteotti, sono consentite la sosta in doppia fila e il parcheggio selvaggio in ogni modo? È forse una via a Statuto speciale?

 

-Non è proprio possibile regolamentare la circolazione delle biciclette (e dei velocipedi in generale)? Biciclette contromano, sui marciapiedi, o che traversano sui passaggi pedonali sbucando dal nulla… Poi se disgraziatamente un'auto li investe, prende anche il torto;

 

-Come mai non è possibile riqualificare l'edificio della ex Colonia Marina (suddividendolo in porzioni) dato che un compratore non si trova e una unica destinazione d'uso non è praticabile (data la grandezza dell'edificio)?

 

Ringraziamo la Redazione per l'ampia eco che riescono ad avere le nostre richieste, quesiti e lamentele.

 

ALESSANDRO SAITTA

Contatti

redazione@grossetooggi.net
mob. 338.1604651
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK