Partecipa a GrossetoOggi.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Follonica, in consiglio comunale è scontro su zona industriale e parco centrale

Condividi su:

FOLLONICA – Si è protratta fino alla tarda sera di ieri la seduta straordinaria del consiglio comunale di Follonica, animata da forti discussioni e polemiche su alcune situazioni problematiche che si protraggono da tempo nella città. Prima dell'inizio lavori sono stati accolti anche i ragazzi delle scuole superiori di Follonica per la presentazione di un video sulla loro visita del mese scorso nei luoghi del disastro della diga di Vajont. Il Sindaco Eleonora Baldi, sollecitata da alcuni animalisti, è intervenuta anche sul bando, in corso di pubblicazione, per l'affido del nuovo canile intercomunale e ha garantito approfondimenti durante il prossimo consiglio comunale, che si terrà prima di Natale. Il Comitato per il parco canile, per l'occasione, ha distribuito a tutti i consiglieri un opuscolo recante alcune informazioni sul bando di gara per la gestione del nuovo canile, allo scopo di far sospendere e modificare lo stesso.

Le interrogazioni presentate dal consigliere pdl Sandro Marrini sulla situazione Zona Industriale di Follonica hanno acceso gli animi fin da subito. Marrini paragona la zona ad un vero e proprio “un far west” denunciandone la segnaletica stradale in abbandono e la presenza di roulotte abusive, i lavori intorno al progetto del parco centrale, concernenti il censimento arboreo, e il discusso taglio degli alberi di via Massetana. Il sindaco Baldi ha risposto definendo la Zona Industriale “un fiore all'occhiello” della città, pur con le criticità dovute alla marginalità del luogo, appuntando che il Comune è intervenuto spesso in merito con numerosi sgomberi.

Altra questione scottante il censimento degli alberi monumentali e i lavori del parco centrale. La Baldi ha assicurato che il decreto attuativo in merito non è entrato ancora in vigore e che “nessun taglio alberi è stato sospeso”, suscitando il malumore del Marrini che ha accusato la giunta “di una mancata volontà politica” per salvare gli alberi e ascoltare i cittadini.

Altro appunto è stato sollevato per la presenza di roulotte fisse sul terreno comunale di via dell'Industria, dove uno degli abusivi, oltre alla roulotte, ha lasciato una discarica di rifiuti pericolosi. In merito al ricovero delle roulotte si è espresso il consigliere Charlie Lynn, chiedendo delucidazioni in merito al loro stoccaggio, che sarebbe già avviato, a quanto risposto dall'amministrazione, fuori dal territorio comunale.

Questioni, quelle dibattute nel consiglio comunale di ieri, che senz'altro sono ancora lontane da una loro naturale conclusione e che in futuro saranno nuovamente terreno di scontro.

Condividi su:

Seguici su Facebook