Partecipa a GrossetoOggi.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Il neo costituito team Area Zero sul territorio delle Colline Metallifere

Ospiti della struttura Massa Vecchia vengono accolti dall’Unione dei Comuni e spiegano la loro idea di ciclismo “pulito”

Condividi su:

MASSA MARITTIMA - Si chiama Area Zero Pro Team ed è un gruppo di ciclisti stradisti ex professionisti che allena giovani atleti con un approccio innovativo tutto centrato sul ciclismo pulito, contro l’uso di ogni sostanza dopante. In queste settimane hanno scelto come base la struttura Massa Vecchia di Ernesto Hutmacher, tra i loro sponsor, e si stanno allenando sul territorio delle Colline Metallifere; ieri sono stati ospiti dell’Unione dei Comuni  per una conferenza stampa con  Lidia Bai e Marcello Giuntini, membri della giunta dell’Unione. Direttore sportivo del gruppo, nato pochi mesi fa, è il campione ben noto Massimo Codol che tutti gli appassionati hanno potuto seguire in ben undici Giri d’Italia. Team manager sono Andrea Tonti e Ivan De Paolis, preparatore atletico Paolo Santello, tutti presenti ieri alla conferenza stampa insieme ad alcuni degli undici giovanissimi atleti neo professionisti che stanno seguendo. “L’intento- ha spiegato Tonti- è quello di creare una realtà di giovani professionisti e prepararli nel miglior modo, non solo atleticamente, ma anche dal punto di vista comportamentale ed etico. Per questo facciamo loro formazione con l’ausilio di docenti universitari ed abbiamo dotato il gruppo di un responsabile della comunicazione che dà indicazioni  su come approcciarsi con l’esterno ed in particolare con la stampa; abbiamo poi introdotto nel gruppo una figura che in Italia non è ancora presente in altre associazioni sportive, quella del mental trainer che cura l’aspetto psicologico dei ragazzi e li aiuta nella corretta interpretazione dello sport. Naturalmente nessuno degli atleti che fa parte del nostro team deve mai avere avuto problemi di doping”. I componenti del gruppo spiegano che l’obiettivo della squadra è quello di praticare lo sport pulito nella sua vera accezione: quella di sacrifico e dedizione senza scorciatoie, come mezzo per ottenere ottimi risultati e restituire anche all’esterno un’immagine positiva. Gli atleti, alcuni dei quali presenti ieri in conferenza stampa, tra cui il più giovane di loro di appena 18 anni, parteciperanno a tutto il calendario italiano di gare fatta eccezione per il giro d’Italia e la prima è in programma per questa domenica a Donoratico. “Trovo davvero interessante- ha commentato Lidia Bai - questa idea innovativa di formare i giovani sportivi anche eticamente, che poi dovrebbe estendersi ad ogni sport; la vostra idea di “pulito” è anche quella che cerchiamo di applicare nella salvaguardia e nella cura del nostro territorio e riconosciamo con piacere il merito delle aziende che si impegnano nella promozione del turismo sportivo, argomento su cui Massa Vecchia è sempre attiva ed è stata senza dubbio pioniera”. D’accordo anche Marcello Giuntini che ha aggiunto “accogliamo con particolare piacere il vostro team che potrebbe fare da apripista al turismo ciclistico anche su strada; il nostro del resto, è un territorio che può essere davvero promosso e valorizzato da questo punto di vista, perché, come voi stessi ci confermate, risulta ottimale per questa disciplina grazie allo scarso traffico, alla varietà dei percorsi e al clima, specialmente in certi periodi dell’anno” . L’incontro presso la sede dell’Unione di Comuni Colline Metallifere, si è concluso con una foto di gruppo. Sotto, la foto ed i nomi di tutti gli atleti che fanno parte del team: Carboni Andrea, Chinello Fabio, Ciavatta Paolo, Giorni Silvio, Leonardi Gianluca, Mengardo Gianluca, Pasqualon Andrea, Petelin Charly, Petilli Simone, Tecchio Marco, Tonin Stefano.

Condividi su:

Seguici su Facebook