Giornata della guida turistica: visiti gratis e contribuisci al restauro della città

Il 22 e 23 febbraio aperture straordinarie del Palazzo Vescovile e degli scavi di Roselle per raccogliere fondi

| di Michela Ceravolo
| Categoria: Attualità
STAMPA

GROSSETO – In questi giorni in cui il Ministero dell'Istruzione sembra aver deciso per l'eliminazione delle materie artistiche dagli istituti italiani, Grosseto decide di andare contro tendenza. Promuovendo l'arte e la cultura e sensibilizzando sull'importanza di avere un patrimonio artistico e delle professionalità dedite a raccontarlo. In occasione della giornata internazionale della guida turistica, istituita dalla World federation of tourist guide association", organizzata in tutta Italia il 21 febbraio dall'associazione nazionale delle guide turistiche, a Grosseto saranno organizzate due visite guidate gratuite a sostegno di un progetto di recupero del patrimonuo artistico della città.
"La guida turistica – afferma Giovanna Stellini, assessore ai beni culturali di Grosseto – è una figura necessaria, soprattutto nel nostro territorio ricco di bellezze ambientali che necessitano di figure professionali in grado di farlo scoprire e conoscere".
La cooperativa di guide turistiche e ambientali Le Orme ha organizzato due appuntamenti per il 22 e 23 febbraio, nel corso dei quali verranno raccolti contribuiti finalizzati alla pulitura ed al restauro di due targhe di epoca leopoldina poste sui due lati delle mura medicee a Porta Nova. Nella prima giornata verrà effettuata una visita del Palazzo Vescovile e della città, nella seconda un giro in notturna degli scavi di Roselle. "Un evento – spiega Lucilla Dani, guida della cooperativa Le orme - per ribadire l'importanza della guida turistica, che non sempre viene apprezzata a pieno, e dare la possibilità anche ai cittadini di riscoprire parte del proprio territorio e dare il proprio contributo al restauro di una parte di esso". Il restauro delle due targhe verrà effettuato con il consenso della Soprintendenza per i Beni Archeologici della Toscana, che ha dimostrato il proprio entusiasmo per l'iniziativa e, come spiega la dottoressa Caloni, attraverso un semplice intervento che riporterà alla tonalità cromatica originaria le due targhe, annerite dagli eventi atmosferici, per un costo di circa 1000 euro.
"Un'iniziativa – commenta Gloria Faragli di Confesercenti, sindacato che fa capo a Federagit, che a sua volta comprende la cooperativa Le Orme – che ha lo scopo ultimo di continuare a sensibilizzare la cittadinanza sull'importanza del patrimonio artistico, culturale e ambienatle della Maremma, anche perché non sempre, i grossetani, hanno la giusta consapevolezza di quanto può offrire la loro terra dal punto di vista turistico".

Gli appuntamenti:
sabato 22 febbraio:
Il palazzo vescovile e la città di Grosseto: appuntamento ore 15.30 davanti alla gradinata del Duomo. Visita del Palazzo Vescovile che per l'occasione sarà straordinariamente aperto al pubblico, e passeggiata guidata per il capoluogo, alla scoperta dei recenti restauri che restituiscono a turisti e cittadini angoli magnifici della nostra città.

Domenica 23 febbraio
Scavi di Roselle al tramonto e in notturna: appuntamento ore 17 alla biglietteria di Roselle. Dopo aver goduto del tramonto dal foro della antica città di Roselle la visita proseguirà all'interno degli scavi, approfittando della nuovissima illuminazione accesa straordinariamente per l'occasione.

Per informazioni
Coop le Orme, via De Barberi 106/E Grosseto
tel 0564 416276
www.leorme.com info@leorme.com

Michela Ceravolo

Contatti

redazione@grossetooggi.net
mob. 338.1604651
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK