Partecipa a GrossetoOggi.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

A Follonica presentate le paline commemorative della Rama

L'iniziativa per celebrare il centenario dell'azienda

Condividi su:

FOLLONICA - La “Rama”(Rete Automobilistica Maremmana Amiatina), storica azienda di trasporto pubblico locale grossetano, si appresta a celebrare i 100 anni di attività. Per l'occasione a Follonica, nella sala consiliare comunale, questa mattina sono stati presentati i bozzetti, insieme ai prototipi, per una “palina” commemorativa, realizzati dagli studenti delle classi 4° e 5° del Liceo Artistico di Grosseto. Alla presenza del sindaco Elenora Baldi insieme al presidente di Tiemme Marco Simiani e l'assessore alla mobilità di Follonica Francesca Stella i progetti sono stati presentati dalla studentessa Lavinia Zavalloni, realizzatrice di uno dei progetti, la professoressa Annarita Frate, che insieme alla collega Antonella De Felice ha curato l'iniziativa, e lo scultore Lucio Pari, che realizzerà le opere. Il progetto, nato con l'obbiettivo di lasciare un segno del rapporto che lega la storica azienda con il territorio, vuole essere un patrimonio della comunità: “abbiamo pensato a qualcosa di completamente nuovo – dice Simiani – non un mero strumento di segnalazione, ma un vero e proprio monumento commemorativo”. I bozzetti con i prototipi, in scala 1 a 4, delle paline sono sei, una rielaborazione in chiave artistica per indicare la fermata degli autobus che ben si sposano con il carattere di Follonica, come annuncia il sindaco Baldi: “ Queste paline possono essere una vera scultura che vanno a legarsi benissimo con l'atmosfera di Follonica, città che soffre di una mancata armonia artistica – continua la Baldi – grazie alla creatività degli studenti”. Dello stesso avviso Francesca Stella, per cui la palina “è un termine riduttivo, per vere e proprie opere d'arte da installare sulla strada”. Lo scultore Lucio Pari insieme a Lavinia Lavezzoni,realizzatrice del bozzetto ispirato a Follonica “città della ghisa”, ha poi illustrato la nascita delle creazioni e la loro costruzione, ispirata alle caratteristiche del territorio maremmano. Le paline, alte 2,60 metri, saranno realizzate, entro la fine dell'anno corrente, da Lucio Pari usando acciaio corten e installate a terra mediante staffa assicurata al terreno con bulloni. Solo uno dei bozzetti presentati diventerà la palina commemorativa di Follonica quindi, a porte chiuse, sono stati visionati con attenzione tutte le tavole e i modelli per prendere la decisione, anche se il sindaco Eleonora Baldi ha assicurato che domani, durante la riunione della giunta comunale, proporrà l'adozione di tutti i bozzetti per la città: “mi batterò perchè tutte e sei le paline vengano installate nella nostra città – annuncia – dato il valore storico-culturale che le stesse rappresentano e per la creatività espressa dai ragazzi del Liceo Artistico di Grosseto”. La città del golfo quindi, almeno sicuramente per una palina, si appresta ad arricchire il suo contesto urbanistico con una nuova installazione artistica.

Condividi su:

Seguici su Facebook