Partecipa a GrossetoOggi.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Cinigiano: Romina Sani diffonde il suo programma per la scuola

Grande attenzione su bambini e famiglie per #FuturoCinigiano

Condividi su:

CINIGIANO - Romina Sani, candidata per le primarie di Cinigiano, illustra i suoi punti chiave per una buona politica: "Il futuro di Cinigiano parte dai bambini e dai servizi alle famiglie per educare e far crescere bene le nuove generazioni. Dare vita ai paesi è offrire opportunità a chi vuole formare una famiglia e farla crescere in un ambiente positivo.
A Cinigiano c'è tanto, tantissimo buon futuro. Per questo penso che uno dei punti di impegno debba essere la scuola. Abbiamo avviato il progetto “scuola senza zaino”. E' uno straordinario modo di fare scuola per l'infanzia basato sul metodo Montessori. Nella “scuola senza zaino” i nostri figli saranno felici e cresceranno bene.
L'obiettivo è diffondere questo metodo in tutte le scuole del comprensorio e difendere i corsi di alfabetizzazione musicale. Una scuola che funziona aiuta a far crescere e rende libere le donne. E, poi, le scuole, dovranno essere belle e sicure. La nostra attenzione si concentrerà sulla manutenzione degli edifici scolastici.
Le strade sono fatte di asfalto, ma anche di reti informatiche veloci. Il Comune dovrà saper unire questi due grandi sistemi di “movimento”. Muoversi fa bene e consente lo scambio continuo, limita l'abbandono dei paesi. Prevedo un impegno deciso per la manutenzione delle strade comunale ed il rafforzamento dellle reti informatiche.
Non saremo soli perché il sistema dei Comuni può funzionare soltanto se condivide e ottimizza servizi, posizioni politiche, scelte di strategia amministrativa. Uno degli obiettivi sarà ricercare forme di unione, di convergenza, che consentano la formazione di masse critiche forti in grado di conquistare risorse regionali e comunitarie. Lo abbia già fatto anche recentemente, anche travalicando i confini di Provincia. Cinigiano insieme ai Comuni di Castel del Piano, Montalcino, Seggiano, Castiglione d’Orcia, Civitella Paganico, San Giovanni d’Asso, Campagnatico, Santa Fiora, Arcidosso, ha espresso un netto diniego a ricerche invasive e alla installazione sui propri territori di impianti geotermici. La nostra unione sarà la forza del futuro."

Condividi su:

Seguici su Facebook