Partecipa a GrossetoOggi.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Carla Benocci: "Sorano deve ripartire dalla scuola"

Un progetto che racchiude mensa, trasporti scolastici, edilizia scolastica e stage

Condividi su:

SORANO - Carla Benocci, candidato a sindaco per la lista “Sorano Comune, esperienza e futuro”, espone il suo programma sulla scuola: "Chi ama questo territorio non può prescindere dal lottare contro i tagli alla pubblica istruzione e al tempo stesso ha il dovere di garantire il diritto allo studio ai suoi cittadini. Investire sulla cultura e per la cultura per noi della lista “Sorano Comune” rappresenta un’importante battaglia sociale prima ancora che politica. La ripresa economica del nostro territorio, più volte minacciata dai tagli all’istruzione pubblica, deve necessariamente ripartire dal mondo della scuola e dalle eccellenze che noi siamo abituati ad avere. Ecco perché nel nostro programma la scuola rappresenta la leva capace di innalzare il comune a livelli ancora più competitivi. Il progetto “Diritti allo studio” traccia le linee guida della scuola che vogliamo. Nonostante la piccola comunità quale è Sorano, ci troviamo a mantenere sano e salvo un intero ciclo di studi:  una sezione primavera per i bambini dai 12 ai 24 mesi di età che è stata istituita dall’amministrazione comunale uscente e che oggi rappresenta una delle poche strutture di questo tipo attive in provincia di Grosseto, passando per materna, elementari, medie fino ad arrivare all’Istituto Zuccarelli, con un totale di tre plessi scolastici situati a San Quirico, Sorano, Sovana e più di cento ragazzi da istruire.

Proseguire quindi sul binario che questa amministrazione sta percorrendo rappresenta per noi la scelta più saggia e responsabile che l’amministrazione futura possa fare: cibo sano e sostenibile, trasporti scolastici efficienti, massima sicurezza  in tutte le strutture scolastiche e interconnessione tra scuola e lavoro.

Le mense devono essere luoghi conviviali dove il mangiare sano e lo stare bene siano prerogative di crescita e sviluppo oltre che rappresentare per le famiglie del nostro comune un essenziale servizio per i propri figli.
Sorano è un comune molto vasto e che conta un elevato numero di frazioni ricoprendo di fatto un’amplia superficie territoriale, ecco quindi che non può e non deve sottovalutare assolutamente il trasporto scolastico. I costi relativi al servizio di trasporto che le famiglie sono chiamate a sostenere  devono continuare ad essere equi. Crediamo che la politica attuata fino al giorno d’oggi da questa amministrazione abbia mirato a mantenere bassi i costi, (aumentati solo tre anni fa e che erano fermi alla stessa tariffa dal 2001) cercando, in una prospettiva di crescita, di incrementare la fitta rete dei trasporti; al fine di richiamare presso in nostri istituti, in particolare pensiamo al Liceo Linguistico, un numero sempre maggiore di iscritti.

Una scuola sicura passa dal continuo monitoraggio dell’edilizia scolastica, tenuta sotto osservazione tutti gli anni sia grazie ad azioni di manutenzione ordinaria che straordinaria. Abbiamo pensato ad un progetto “Scuola Sicura” dal valore di oltre un milione di euro, abbiamo subito interpellato il nostro Presidente del Consiglio perché crediamo in un’azione, veloce, rapida e che sappia dare un maggiore sviluppo al nostro territorio.

Infine scuola e lavoro. Due mondi che possono finalmente camminare insieme e l’esperienza recente, in occasione delle giornate del FAI  con gli apprendisti ciceroni è la prova tangibile. Gli studenti dell’istituto Zuccarelli hanno avuto in passato la possibilità di misurarsi con il mondo del lavoro e il progetto “Diritti allo studio” vuole trasformare questa scuola in un laboratorio di idee, studio, in una risorsa per l’accoglienza turistica e per attività propedeutiche che sappiano connettere Studio e Lavoro.
Il nostro sviluppo passa da qui.

Condividi su:

Seguici su Facebook