Partecipa a GrossetoOggi.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Spazio ragazzi: a Roccastrada il primo centro rurale sociale

Inaugurato in via de Sanctis un centro di aggregazione che promuove l’agricoltura sociale

Condividi su:

ROCCASTRADA - Una struttura polifunzionale aperta alla comunità e dedicata in particolar modo a bambini e ragazzi: è il centro rurale sociale “Spazio ragazzi”, in via de Sanctis a Roccastrada (nell’edificio delle scuole medie), che è stato inaugurato questa mattina.
L’edificio, messo a disposizione dall'amministrazione comunale, è stato riqualificato grazie ai finanziamenti europei del Programma di sviluppo rurale 2007-2013 e nell'ambito del progetto “Amiata Responsabile” che dal 2009 vede la collaborazione, tra gli altri, di Coeso Società della Salute Grossetana, Società della Salute Amiata grossetana, Far Maremma, Asl 9 e Università degli studi di Pisa per promuovere nuove forme di sviluppo economico, culturale e della comunità, basate sull'agricoltura sociale.

Il nuovo “Spazio ragazzi” è stato riqualificato e reso autonomo dal punto di vista energetico, grazie all'istallazione di pannelli solari fotovoltaici sul tetto. E’ circondato da un giardino, adibito a orto sociale, che ospita vari tipi di piante, dalle erbe aromatiche e officinali agli antichi alberi da frutto, dai cedri del Libano a un boschetto di latifoglie locali, ed è dotato di un impianto di irrigazione all'avanguardia. L’attrezzatura interna consentirà ai ragazzi di realizzare nel centro molteplici attività, dal doposcuola – grazie alla presenza dei pc e della lavagna interattiva multimediale (Lim) – ai laboratori espressivi, dai giochi alle attività sportive. Inoltre, saranno promosse azioni legate all'ambiente e all'agricoltura sociale (come attività agri-faunistica, salvaguardia della biodiversità, fattoria didattica, trasformazione di prodotti del territorio) che vedranno la collaborazione delle aziende aderiscono al progetto “Amiata Responsabile”.

Il centro, infatti, sarà utilizzato dai ragazzi, di età compresa dai 6 ai 14 anni, per attività scolastiche ed extrascolastiche. Sarà usato, infatti, dalle scuole del territorio per alcune attività, ma anche dai bambini che frequentano i servizi estivi del Coeso, che già da due anni sono stati indirizzati verso attività legate all'agricoltura sociale, e dai ragazzi che partecipano al progetto “Bart Simpson”, pensato per promuovere l’aggregazione attraverso l’arte e altre attività ricreative tra gli adolescenti.

Anche per questo, durante l’inaugurazione di questa mattina, il writer Marco Milaneschi ha dato una dimostrazione della sua arte, predisponendo lo spazio per realizzare un’opera di wall art che nei prossimi mesi darà colore e vita a centro. Come il murales realizzato due anni fa in largo Salvo D’Acquisto proprio dai giovani di Roccastrada, il centro rurale “Spazio ragazzi” ospiterà altre opere, frutto dell’espressività e della fantasia di chi lo frequenterà.

Lo “spazio ragazzi” sarà quindi un punto di snodo e collegamento tra i soggetti del territorio - le famiglie, gli enti, le aziende - che valorizzerà le peculiarità della comunità, il mondo rurale e i cicli produttivi. Per questo lo “Spazio ragazzi” sarà anche centro di documentazione sull’agricoltura sociale e di programmazione e promozione degli interventi sul territorio ad essa dedicati. Inoltre, margine delle attività dedicate ai ragazzi, il centro rurale sociale sarà sede delle azioni formative del progetto “Amiata Responsabile”.


NELLE FOTO:
Il writer grossetano Marco Milaneschi inizia il murales che sarà realizzato insieme ai ragazzi

La parte dell'istituto comprensivo di Roccastrada dedicata allo Spazio ragazzi

L'orto didattico

Condividi su:

Seguici su Facebook