Partecipa a GrossetoOggi.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Grosseto per Gugy: il "Carlo Zecchini" urla tutto il suo calore

Grande successo per la sfida di beneficenza tra "Grosseto rosso" e "Grosseto Bianco"

Condividi su:

GROSSETO - Un campo di calcio. Lo stadio di una città. Il prato, le emozioni, il gioco. Un contesto meraviglioso per aiutare un bambino: il capoluogo maremmano, per l'ennesima volta, ha dimostrato una splendida sensibilità ed un altro aiuto concreto per il piccolo Guglielmo. La famiglia, attualmente a Parigi con il bambino, avrà sicuramente ricevuto informazioni sul grande evento realizzato allo Zecchini. Un incontro di calcio che ha portato in campo vecchie glorie dell'US Grosseto, giocatori biancorossi attuali e molti calciatori dilettanti che militano nelle società della Provincia di Grosseto: partecipazione nutrita, con ingresso a offerta, ed una Curva Nord "calda" e desiderosa di far sentire il proprio affetto nei confronti di Gughi attraverso uno striscione e con una serie di cori a sostegno del bambino. Una tribuna gremita, tanti bambini sugli spalti ed un maxi-schermo che ha proiettato durante la gara le immagini di un Guglielmo che una nazione intera desidera vedere al più presto correre spensierato come hanno fatto gli atleti ieri.

I calciatori, oltre ad essere consapevoli di aver contribuito ad una grande iniziativa benefica, si sono divertiti sul rettangolo di gioco: tra i tanti campioni, abbiamo deciso di contattare uno degli atleti dilettanti nato a Grosseto. Lorenzo Benassi, attualmente in forza al San Donato (Campionato di Promozione), descrive con gioia gli stati d'animo che lo hanno accompagnato in una serata speciale. Una notte in cui, con un gran destro, si è pure tolto la soddisfazione del gol: "Entrare nello stadio che in passato mi ha regalato enormi soddisfazioni da tifoso, e riuscire anche a segnare rappresenta un qualcosa di unico: ritrovarmi seduto in panchina con campioni del calibro di Mirko Pieri, Anselmo Robbiati ed Emiliano Biliotti mi ha fatto venire i brividi. La motivazione principale di tutta questa girandola di emozioni, naturalmente, è figlia del grande entusiasmo di tutte le persone presenti per aiutare Guglielmo in questa lotta. Il calcio, in un contesto del genere, passa in secondo piano: Grosseto, anche questa volta, ha dimostrato di sapersi stringere intorno ad un obiettivo di fondamentale importanza."

L'impegno dei grossetani non si ferma qui: sulla pagina Facebook in sostegno di Guglielmo è possibile conoscere tutte le iniziative. La famiglia, e ormai tutta la Toscana, vogliono vedere al più presto Gughi in campo come quelli atleti che ieri hanno contribuito ad una serata indimenticabile.

Condividi su:

Seguici su Facebook