Adescavano i passanti con volantini per una falsa beneficenza: denunciati

Le volanti della Questura di Grosseto ancora in prima linea nella lotta ai reati sul patrimonio

| Categoria: Cronaca
STAMPA

GROSSETO - Nel primo pomeriggio di ieri 16 Maggio, durante la ordinaria attività di controllo del territorio, le Volanti della Questura di Grosseto procedevano al controllo di alcuni soggetti che, con indosso delle mantelline riflettenti nel parcheggio antistante il centro commerciale Aurelia Antica, avvicinavano i passanti.

Venivano identificati per 4 italiani del '65 (vicentino), '73 calabrese), '81 (milanese) ed '84 (calabrese) che propagandavano opuscoli informativi di una onlus e chiedevano elargizioni a scopo di beneficienza in favore della stessa.
Dagli accertamenti in banca dati emergevano numerosi precedenti penali in tema di reati contro il patrimonio, nonché, a carico di uno di essi, provvedimenti di divieto di ritorno in alcuni comuni italiani.
I quattro venivano pertanto accompagnati in Questura per ulteriori accertamenti, dai quali emergeva che l'associazione alla quale dichiaravano di appartenere i soggetti era stata già a sua volta querelata dall'altra associazione a favore della quale proponevano la raccolta fondi, in quanto quest'ultima mai aveva conferito loro un simile mandato.
Pertanto, una volta foto-segnalati, i quattro venivano deferiti all'A.G. per il reato di truffa in concorso e le elargizioni raccolte sottoposte a sequestro. Inoltre, a loro carico veniva emesso dal Questore di Grosseto provvedimento di foglio di via obbligatorio con divieto di ritorno per anni 3 nel territorio del comune maremmano.

Contatti

redazione@grossetooggi.net
mob. 338.1604651
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK