Partecipa a GrossetoOggi.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Orbetello: area ex Sitoco, confronto positivo in Regione per il Comune

La nota del consigliere Luca Aldi

Condividi su:

ORBETELLO - È iniziato il percorso istituzionale mirante ad affrontare e risolvere le problematiche dell’area denominata ex Sitoco, con una riunione preliminare svoltasi in Regione Toscana il 12 maggio, presieduta da Capo di Gabinetto Ledo Gori, che ha visto la partecipazione degli Assessori Regionali Anna Marson e Anna Rita Bramerini, del Presidente della Provincia di Grosseto Leonardo Marras, del Sindaco di Orbetello Monica Paffetti, con il Consigliere delegato Luca Aldi, dei rappresentanti dell’ARPAT e del Ministero dei Beni Culturali, nonché del legale rappresentante della Soc. Laguna Azzurra, proprietaria del sito.

Le problematiche riguardano principalmente la bonifica e lo sviluppo economico dell’area, che saranno oggetto di tavoli tecnici separati, ma che dovranno procedere di pari passo.
Il confronto è stato positivo nella consapevolezza generale della necessità di recuperare il tempo che, per vari motivi, è andato perduto da dieci anni a questa parte.
Il tema della bonifica è stato al centro di tutti gli interventi e la stessa Società proprietaria ha mostrato sensibilità sul punto mettendo a disposizioni gli studi effettuati dai propri esperti.
E proprio al tema della bonifica è dedicato il prossimo incontro convocato per la prima metà di giugno presso il Ministero dell’Ambiente che dovrà impostare il lavoro per individuare le soluzioni tecniche più opportune.
Nel trattare il tema dello sviluppo economico dell’area tutti gli interventi hanno sottolineato l’importanza del sito non solo per il Comune di Orbetello, ma per tutta la Provincia ed oltre, e, per tale motivo e per la delicatezza ambientale dell’area, è stato ribadito che l’operazione dovrà essere di una qualità superiore sotto tutti gli aspetti a ciò che è stato finora lo sviluppo urbanistico del territorio orbetellano.

Il consigliere

Luca Aldi

Condividi su:

Seguici su Facebook