Partecipa a GrossetoOggi.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

A Grosseto il Campionato Provinciale di Scacchi under 16

Appuntamento per sabato 24 maggio, alle ore 14,00

Condividi su:

GROSSETO - Sabato 24 maggio, alle ore 14,00, presso la sede della Scacchi Grosseto 1979 (Villa Delsette Limoni, Viale Manetti, 6) si svolgerà il Campionato Provinciale di Scacchi under 16. (Per informazioni e iscrizioni  3404119208) Il torneo è valido anche per la classificazione al Campionato Italiano under 16 che si terrà a Tarvisio dal 28 giugno al  5 luglio.

Il Torneo si svolge su 5 turni di gioco ed ogni giocatore avrà 30 minuti per terminare la partita. Possono partecipare tutti i tesserati alla Federazione Scacchistica Italiana, anche di altre province.

11 sono gli scacchisti della società Sacchi Grosseto 1979 che si contenderanno il titolo di Campione Provinciale 2014: Giacomo Caselli, Giovanni Di Biase, Simone e Luca Luciani, Jacopo Lusetti, Giacomo Manfucci, Rosario Migliaccio, Gabriele Mutatempo, Leonardo Russo, Matteo Stefani e Luis Arian Vegas Vivas.

I giovani scacchisti grossetani sono il frutto del progetto Scacchi a Scuola, attivato presso gli istituti scolastici di Grosseto e provincia, che vede gli istruttori della Scacchi Grosseto 1979 impegnati per fornire un valido supporto educativo alle Istituzioni scolastiche primarie.

La Federazione Scacchistica Italiana è da anni impegnata su questo fronte e sottolinea che “Il 15 marzo 2012 il Parlamento Europeo ha approvato la “Dichiarazione Scritta  50/2011” nella quale si invitano formalmente le Nazioni che fanno parte dell’Unione Europea ad inserire gli Scacchi tra le materie curriculari della Scuola perchè, come hanno ampiamente dimostrato numerosi studi scientifici, gli Scacchi sono ricchi di elementi educativi, formativi e riabilitativi che favoriscono la crescita dei giovani e si sono rivelati particolarmente utili per risolvere situazioni  di disagio scolastico, bullismo, deficit cognitivi e favorire l’inserimento in un gruppo di portatori di handicap”.

Condividi su:

Seguici su Facebook