Nuove ricerche per Antonio Proia a Follonica

In campo unità cinofile specializzate

| di Daniele Del Casino
| Categoria: Attualità
STAMPA

FOLLONICA - La famiglia di Antonio Proia, il carabiniere in pensione scomparso misteriosamente il 3 novembre dello scorso anno, non si arrende e ha deciso di intraprendere delle ricerche private nella macchia mediterranea compresa tra le zone di Valle e del Martellino sopra la città di Follonica, dove si trovava il loro congiunto a cercare funghi al momento della sparizione, che sono partite questa mattina e continueranno per tutto il fine settimana. In campo gli uomini e i cani della Human Blood Detection Dog di Rosignano Solvay, unità cinofila specializzata nella ricerca di tracce ematiche e resti umani, coadiuvata dalla Pubblica Assistenza di Rosignano Marittimo che sono arrivati con 15 uomini e 4 cani, due meticci, un bracco e uno springer spaniel, che batteranno la macchia alla ricerca di una pur labile traccia del pensionato follonichese. Già nella mattina i cinofili sono riusciti a recuperare il portafogli di un ciclista perso durante un giro sui sentieri delle zone interessate, dando prova della loro validità. Il meteo, dopo il maltempo dei giorni scorsi, non dovrebbe compromettere le ricerche, che verranno costantemente seguite dalla famiglia e dalla nostra informazione.

Daniele Del Casino

Contatti

redazione@grossetooggi.net
mob. 338.1604651
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK