Partecipa a GrossetoOggi.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

“La viticoltura di qualità tra nuove strategie e cambiamenti climatici”

Giovedì 26 giugno ore 10:00, Fattoria le Mortelle – Castiglione della Pescaia

Condividi su:

CASTIGLIONE DELLA PESCAIA-La viticoltura di qualità tra nuove strategie e cambiamenti climatici è il seminario organizzato dagli Ordini dei Dottori Agronomi e Forestali delle Province di Grosseto e Siena, in programma per giovedì 26 giugno alle 09:30 nella Fattoria Le Mortelle, in località Ampio, a Castiglione della Pescaia.
L'iniziativa affronterà gli aspetti legislativi della viticoltura, che saranno presentati da Stefano Barzagli, responsabile del Settore viticoltura, Regione Toscana, e da Stefano Segati, dirigente di Artea e Vicepresidente Ordine dei Dottori Agrari e Forestali di Livorno; nel corso del seminario sarà inoltre offerto un approfondimento sulle tecniche di coltivazione grazie all'intervento di Alessandro Petri, agronomo del Sassicaia nella Tenuta San Guido a Bolgheri. Un dialogo aperto con un grande esperto internazionale di viticoltura per scoprire tecniche, trucchi e segreti, per ottenere il risultato ricercato da tutti: un vigneto con un’anima in equilibrio con l’ambiente.
Il seminario vuole ragionare sulle strade possibili da percorrere per reagire ai sempre più frequenti fenomeni climatici estremi e al'accertato progressivo riscaldamento del clima, che richiedono risposte adeguate da parte della viticoltura, al fine di salvaguardare la produzione e la qualità dell'uva. Non è solo questione di parametri climatici, pedologici, ma soprattutto di seguire il vigneto lungo il suo ciclo vegeto-produttivo. Una stagione è sempre diversa dall’altra, cambiano le condizioni e le necessità, così il viticoltore deve adattarsi con tempestività ed oculatezza.
A seguito del seminario sarà possibile visitare l'azienda Le Mortelle con la cantina e il vigneto, che rappresenta un'importante lavoro di progettazione territoriale.

Condividi su:

Seguici su Facebook