Partecipa a GrossetoOggi.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

A Scarlino incontro informativo sulla tartaruga marina Caretta caretta

Scopo principale sarà formare volontari e presentare i nuovi materiali di sensibilizzazione sull’eccezionale nidificazione della specie

Condividi su:

SCARLINO-Legambiente in collaborazione con il Comune di Scarlino organizza per venerdì 4 luglio, alle ore 16, un incontro per lanciare una campagna di formazione, informazione e per monitorare la spiaggia dov’è avvenuta, il 3 ottobre 2013, la schiusa delle uova di tartaruga marina Caretta caretta. L’incontro, che avrà anche lo scopo di formare volontari e presentare materiali di sensibilizzazione per i turisti e cittadini, si terrà nella sala dell’ufficio turistico del Comune di Scarlino, in località Puntone, dove si parlerà anche dell’eccezionale nidificazione: la prima documentata in Toscana.A coordinare l’appuntamento sarà Angelo Gentili della segreteria nazionale di Legambiente. Tra i partecipanti ci saranno Marcello Stella del Comune di Scarlino, Letizia Marsili dell’Otc e dell’Università degli studi di Siena, che introdurrà l’argomento: “L’Osservatorio toscano dei cetacei e tartarughe marine, un punto di riferimento per la tutela della biodiversità marina. Biologia e minacce: la Caretta caretta”. Interverrà anche l’ambientalista Susi Bini, laureata in Monitoraggio e gestione dell’ambiente marino, che parlerà delle “Tracce: riconoscimento della presenza delle tartarughe marine”. Saranno collegati tramite Skype per l’occasione anche Salvatore Urso e Toni Mingozzi, dell’Università degli studi della Calabria, che introdurranno l’argomento legato al “Progetto Tartacare Calabria per il monitoraggio e la tutela dei nidi di Caretta nella più grande area di riproduzione italiana”. Il pomeriggio si concluderà poi con un sopralluogo sulla spiaggia dove ha nidificato la tartaruga, e dove sono stati affissi i pannelli informativi. Per informazioni sulla giornata scrivere a educazioneambientale@festambiente.it oppure chiamare lo 0564.48771.Ricordiamo, infine, che in caso di avvistamento di animali marini spiaggiati o in difficoltà in mare, è possibile chiamare il numero 1530 della Guardia Costiera.

Condividi su:

Seguici su Facebook