Partecipa a GrossetoOggi.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Ibridi in Maremma: Gambetta Vianna interroga la Regione

L'intervento del capogruppo di Più Toscana

Condividi su:

GROSSETO - Lupi e ibridi stanno lasciando il segno in molte zone della Toscana. Per questo il capogruppo di Più Toscana in Consiglio regionale, nonché membro della II commissione “Agricoltura”, Antonio Gambetta Vianna, ha presentato un’interrogazione alla Giunta.

«In questi giorni, e non solo – spiega Gambetta Vianna –, le cronache dei giornali sono piene di attacchi di lupi e di ibridi cane-lupo ad altri animali, soprattutto ad allevamenti. Gli ibridi rappresentano una specie aliena per il nostro ecosistema e sicuramente sono dannosi per il suo equilibrio. Inoltre, hanno minor timore dei fattori antropici rispetto ai lupi. Gli ibridi si stanno muovendo liberamente in molte zone della Toscana, soprattutto nelle zone dell’Amiata e in Maremma, dove sono stati spesso avvistati. E quotidianamente minacciano gli allevamenti, con gli imprenditori che, oltre alla crisi, si trovano a dover lottare contro il pericolo dovuto a questi predatori. Soltanto a Roccalbegna nei giorni scorsi sono stati avvistati ben sette ibridi».

L’esponente di Più Toscana porta in Aula le richieste degli allevatori, che sono quelle di «una tipologia di cattura che possa salvaguardare gli animali da loro allevati visto che gli ibridi non si fanno troppi problemi a entrare nelle recinzioni degli animali allevati per uccidere il bestiame». Ma Gambetta Vianna ci tiene comunque a precisare che «questa cattura non deve creare certamente pericolo agli stessi ibridi. Interrogo la Regione per sapere con quali modalità interverrà per fornire un supporto fattivo alla cattura degli ibridi al fine di ridurre i danni provocati agli allevatori».

Condividi su:

Seguici su Facebook