Partecipa a GrossetoOggi.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Allerta meteo: ecco tutte le zone a rischio della Maremma

Da evitare gli spostamenti nei luoghi citati dalla Protezione Civile

Condividi su:

GROSSETO - La Regione Toscana servizio CFR ha rimodulato l'avviso di allerta meteo che prevede:

FENOMENI METEOROLOGICI

PREVISTI PIOGGIA e TEMPORALI FORTI dalle ore 13.00 di Mercoledì, 05 Novembre 2014 alle ore 15.00 di Venerdì, 07 Novembre 2014: persistono condizioni di tempo fortemente perturbato fino alla giornata di Venerdì. Le piogge e i forti temporali interesseranno tutta la regione sino a Giovedì con fenomeni più probabili e intensi sulle aree di nord-ovest e su quelle meridionali e orientali della regione. Venerdì i fenomeni tenderanno a interessare con maggiore probabilità le zone meridionali e orientali della regione. Sono attesi cumulati abbondanti con elevate intensità orarie.

DESCRIZIONE DEGLI SCENARI DI EVENTO PREVISTI

IDROGEOLOGICO-IDRAULICO

Criticità Moderata: Possibili allagamenti diffusi nelle aree depresse dovuti a ristagno delle acque, a tracimazioni dei canali del reticolo idrografico minore e all’incapacità di drenaggio da parte della rete fognaria dei centri urbani. Possibile scorrimento superficiale delle acque meteoriche nelle sedi stradali urbane ed extraurbane. Possibilità di innalzamento dei livelli idrici nei corsi d'acqua con conseguenti possibili inondazioni localizzate nelle aree contigue all'alveo. Possibilità di innesco di frane e smottamenti localizzati dei versanti in zone ad elevata pericolosità idrogeologica.


IDROGEOLOGICO-IDRAULICO

Criticità Elevata: In conseguenza delle piogge previste e delle criticità registrate nel corso delle ultime ore, in particolare nella provincia di Massa-Carrara, e visti anche i lavori di ripristino tuttora in corso delle opere idrauliche sul Fiume Albegna, saranno possibili scenari riconducibili a criticità elevata con allagamenti allagamenti diffusi nelle aree depresse dovuti a ristagno delle acque, a tracimazioni dei canali del reticolo idrografico minore e all’incapacità di drenaggio da parte della rete fognaria dei centri urbani. Possibile scorrimento superficiale delle acque meteoriche nelle sedi stradali urbane ed extraurbane. Possibili innalzamenti significativi dei livelli idrici negli alvei del reticolo idrografico principale con possibilità di erosioni spondali, sormonto di passerelle e ponti, rottura degli argini, inondazione delle aree circostanti. Possibile innesco di frane e smottamenti dei versanti in maniera diffusa ed estesa in zone ad elevata pericolosità idrogeologica.

I Comuni interessati indicati nella rimodulazione con criticità ELEVATA sono quelli ricadenti nella Zona di Allerta F3 ossia i seguenti:

Capalbio (GR)
Magliano in Toscana (GR)
Manciano (GR)
Monte Argentario (GR)
Orbetello (GR)
Roccalbegna (GR)
Scansano (GR)
Semproniano (GR)

Condividi su:

Seguici su Facebook