Partecipa a GrossetoOggi.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

"Dilazioniamo la Tares per andare incontro ai cittadini"

Intervento di Charlie Lynn del gruppo misto di Follonica

Condividi su:
FOLLONICA - "Arriva il saldo Tares 2013  - dice Carlie Lynn del gruppo misto di Follonica - e rabbia e sconcerto scoppiano in città. Sembrano cartelle pazze ma non è cosi. Il duo Baldi- Benini poteva rimandare almeno di un anno la sciagurata applicazione della tassa sui rifiuti, lasciando tutto invariato invece, scegliendo di applicare con una solerzia mai vista in questa legislatura la nuova tassazione, regala  (si far per dire) un bel salasso ai follonichesi ed ai commercianti della città. E pensare che da maggio 2013 si sapeva dell'aumento e si poteva creare qualche rimedio...  Seguendo il dettame chi più inquina più paga, ad esempio, un nucleo familiare numeroso abitante in un piccolo appartamento ha subito un aumento importante rispetto ai nuclei più piccoli (caso mai residenti in villa) i quali si sono trovati in cartella uno sconto."
" Per non parlare dei commercianti:  - prosegue Lynn - chi somministra o vende alimenti ha trovato in cartella una mazzata mai vista. Della serie “aiuti concreti ai commercianti della città”. Fanno, perciò, sorridere amaro le ricette di rilancio economico proposte dai candidati Pd alle primarie come se i contendenti fossero appena scesi da Marte ignari che “altri a loro insaputa”  hanno stangato i follonichesi e soprattutto i più deboli tanto cari alla sinistra.  Saranno finite le sorprese? Macché! Il nuovo gestore unico dei rifiuti in Toscana, organico al Pd, che opera in condizioni di monopolio ha già anticipato ai sindaci della zona ulteriori aumenti del 30% per il prossimo anno.  Ma di questo Benini non parla? Proponiamo quindi di dilazionare il saldo Tares, come già fatto in comuni limitrofi, per venire incontro a tutti i follonichesi e alle attività che in questo momento soffrono una crisi economica mai vista. Anche con poco si può essere utili alla città, facendo il proprio ruolo di amministratore, senza pensare solamente al proprio futuro politico e alla primarie "democratiche"."

 
Condividi su:

Seguici su Facebook