Partecipa a GrossetoOggi.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Il Sel di Manciano interviene sul tema "ciclo dei rifiuti"

"Questo è un tema molto complesso ma di fondamentale importanza per i cittadini di tutti i Comuni interessati"

Condividi su:
MANCIANO - Il partito di Sinistra Ecologia e Libertà di Manciano intende intervenire sul tema del “ciclo di rifiuti” cercando di approfondire gli aspetti più significativi. "La nostra finalità  - dicono dal partito - è semplicemente quella di informare i cittadini sullo stato dell’arte cercando di rendere  più chiaro e semplice possibile un tema oggettivamente molto complesso ed articolato. Per volontà della Regione Toscana, la programmazione della gestione del ciclo dei rifiuti è passata da livello provinciale a livello interprovinciale: un unico ente programmatore (ATO Toscana sud); ed un unico gestore del servizio (SEI Toscana) sulle province di Arezzo, Grosseto e Siena più alcuni comuni della Val di Cornia. I Comuni serviti sono in totale 109. Rispetto alla gestione del ciclo dei rifiuti un singolo Comune non ha margini per fare scelte in autonomia. Per questo motivo l'attuale amministrazione Galli non è riuscita ancora ad attivare la raccolta differenziata domiciliare, uno degli obiettivi di governo fissati dal programma elettorale sostenuto con forza da Sel e dalla coalizione politica alla quale apparteniamo. Oggi il Comune di Manciano si è posto come ente capofila dell' "area omogenea di raccolta Grosseto sud" (comuni di Pitigliano, Sorano, Manciano, Capalbio, Monte Argentario, Orbetello, Magliano, Isola del giglio), organizzando incontri presso il nostro Comune che hanno prodotto una serie di richieste "corali" che riguardano soprattutto le attivazioni delle raccolta domiciliare. Il tutto grazie anche al lavoro svolto dall'assessore all'ambiente Antonio  Camillo che in questi mesi si è impegnato a costruire una rapporto di sinergia tra i vari Comuni interessati  ed ha svolto un ottimo lavoro in ambito locale supportato  dai tecnici comunali."  "Questo - dichiara Andrea Teti assessore del Comune di Manciano, rappresentante di Sinistra Ecologia e Libertà -  è un tema molto complesso ma di fondamentale importanza per i cittadini di tutti i Comuni interessati. In Giunta  ci stiamo confrontando sulla questione da diverso tempo analizzando e approfondendo in maniera capillare ogni aspetto. Siamo uniti e condividiamo la stessa linea politica: riteniamo opportuna la revisione del piano finanziario, Comune per Comune, alla luce di quello del 2013, e dell’effettivo rincaro avvenuto, e puntiamo all'eliminazione del fondo di morosità. Vorremmo avere  – conclude Teti – anche la possibilità di poter pagare il costo del servizio direttamente ai gestori delle discariche anziché a Sei Toscana.“
Condividi su:

Seguici su Facebook