Partecipa a GrossetoOggi.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

"Parcheggi, decoro, igiene urbana e rifiuti: argomenti e non insulti"

Intervento del candidato a sindaco Salvatore Condipodaro Marchetta

Condividi su:
MAGLIANO IN TOSCANA - "Giocare continuamente al botta e risposta - dice il candidato a sindaco Salvatore Condipodaro Marchetta - non porta nulla di buono e i maglianesi lo hanno capito. I miei avversari continuano a insultarsi a vicenda senza capire che le persone sono stanche di questo modo di far politica. La gente non vuole leggere o ascoltare attacchi tra candidati sindaco ma chiede progetti, argomenti, proposte. Vorrei chiedere ai miei avversari le loro idee in merito a questioni care ai maglianesi, ai disagi quotidiani che rendono la vita dei cittadini ogni giorno una sfida. Ad esempio, che cosa ne pensano del problema parcheggi sia nel capoluogo che nelle frazioni? A mio giudizio è assurdo che oggi le condizioni dei manti stradali siano così pessime da poter danneggiare le auto. Parcheggiare diventa un rischio e anche per chi arriva da fuori questo rappresenta sicuramente un disagio che non fa di Magliano un luogo ospitale. L'incuria e la mancanza di decoro di molte aree poi non portano certo ad avere una bella immagine del posto in cui viviamo: cosa pensano di fare in merito gli altri due candidati a sindaco? Con Eva Bonini in particolare vorrei confrontarmi sul fatto che a Pereta siano stati venduti immobili per 150mila euro ma, nonostante le entrate nelle casse comunali, non si è ancora dato seguito ad un progetto deliberato nel 1995 per la costruzione di un parcheggio. E ancora, sui rifiuti abbandonati in giro per le strade del Maglianese e sulle pessime condizioni delle strade rurali, che hanno da dire i candidati sindaco? A mio avviso sono questi i temi su cui confrontarsi, non vecchie storie o promesse che non interessano più a nessuno: ciò che conta sono l'oggi e il domani della nostra terra. Parliamo di fatti e smettiamola con gli insulti."
 
 
Condividi su:

Seguici su Facebook