Partecipa a GrossetoOggi.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Fabrizio Bambagioni si aggiudica il primo "Trofeo Bastione Molino"

La gara ciclistica, di 65 km, si è disputata ieri a Braccagni

Condividi su:
BRACCAGNI - Un superlativo “Serpentello” all’anagrafe Bambagioni Fabrizio, si aggiudica il primo “Trofeo Bastione Molino” gara ciclistica che si è disputata domenica mattina a Braccagni. La gara di 65 km, è stata organizzata dall’Avis e dal Marathon Bike, con il patrocinio del Comune e Provincia di Grosseto, sotto  l’egida dell’Acsi. Un arrivo in volata con il gruppo compatto, dopo  una lunga fuga di quattro corridori, con dentro il romano Giuliano Morbidelli, David Caroti, Giulio Cappelli Salvi Andrea, che erano risusciti ad avere un vantaggio sui 50 secondi. Poi il ricongiungimento  del gruppo avvenuto a 12 chilometri dal traguardo, dopodiché nulla di fatto sino a circa 2 chilometri dal traguardo, quando Fabio Goracci  provava un’azione solitaria in contropiede, decisa, ma senza portare al risultato sperato. A questo punto a decidere le sorti della gara, rimaneva la volata del gruppo,  che vedeva la “sfida” dei due grossetani Massimo Domenichini per il Marathon Bike e Fabrizio Bambagioni della Ss Grosseto, contendersi la vittoria. Ma con un arrivo del genere, pochi in circolazione  possono permettersi di battere il Bambagioni, che, come in questo caso, ha fatto una progressione davvero impressionante. Al secondo posto un ottimo Massimo Domenichini, reduce dalla vittoria di fascia di domenica scorsa. Terzo Mario Vestri del  Team Tondi Sport, che si aggiudicava la propria fascia . Alla partenza 82 atleti, ecco i primi venti giunti al traguardo: Fabrizio Bambagioni, Massimo Domenichini, Mario Vestri, Enrico Cortecci,Valentino Trapani,Paolo Gnieri, Claudio Benvenuti,Raffaele Caselli,Stefano Benigni,Rossano Giuggioli,Piero Rinaldini,Umberto Burroni,Emiliano Morbidelli,Maurizio Rosi,Alessandro Jommarini,Alessandro Santamaria,Fabio Bartalucci,Riccardo Orcesi,Andrea Catani,  Andrea Costantini.
Condividi su:

Seguici su Facebook