Partecipa a GrossetoOggi.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Uisp: grandi risultati con la Maremmavettamare

Un appuntamento imperdibile per gli amanti della bicicletta

Condividi su:

GROSSETO - Sono già settanta gli amatori che hanno partecipato alla Marevettamare, la  granfondo permanente che è tornata in vita quest'anno. Al momento dell'iscrizione all'atleta viene consegnato un modulo da esibire nei vari punti in cui deve obbligatoriamente passare per farvi apporre il timbro della Marevettamare : a Roccalbegna, Abbadia San Salvatore, vetta Amiata e, al ritorno, Arcidosso e Marina di Grosseto. In tutto 195 chilometri e 2.650 metri di dislivello. La Marevettamare è nata nel 1990, quando un gruppo di ciclisti grossetani, con la collaborazione del comitato provinciale Uisp, decisero di mettersi in gioco. Dopo 24 anni tre amici,  Antonio Faralla, Roberto Vannucchi e Stefano Terenzi, sempre con l'aiuto del  comitato Uisp e di alcuni sponsor hanno deciso di ridare vita alla  manifestazione costituendo l'associazione Marevettamare e creando il sito  www.marevettamare.it, in cui iscriversi e scaricare la traccia per il  proprio gps. Inoltre sono stati riorganizzati i punti di controllo  aggiungendo Cinigiano e recuperate le mattonelle originali degli anni  Novanta. Sono state stipulate delle convenzioni con strutture, alberghi,  agriturismi, ristoranti e punti di assistenza tecnica che si incontrano  percorrendo il tragitto. "Siamo felici di questi primi mesi di attività - spiega Antonio Faralla, il presidente dell'associazione - per noi è stata una scommessa, in cui abbiamo anche investito e ci fa piacere che la nostra idea sia stata apprezzata". "Non soltanto -p rosegue - dai grossetani, ma anche dai turisti che abbiamo informato della granfondo attraverso dei volantini". "Adesso - conclude il presidente - allestiremo una pagina Facebook per fare in modo che sempre più persone possano seguirci".

Condividi su:

Seguici su Facebook