L'aperitivo del venerdì: il Mojito

Con l'estate alle porte ecco lo zoom sul cocktail più richiesto in riva al mare

| Categoria: Storia
STAMPA

DJERBA (Tunisia) - Questa settimana puntiamo la luce dei riflettori sui tanto pestati: il nostro classico appuntamento del venerdì, in collaborazione con il Bar The Wall, entra nel magico mondo del Mojito. Questo drink nasce in sud America nelle piantagioni di tabacco, ed in realtà serviva per poter rinfrescare e dare energia agli schiavi che lavoravano nei campi: una bevanda composta da una mescola di melassa fermentata (alcool grezzo del tempo) acqua e menta. L'alcool e il lime, servivano per dare un po' di energia, e la menta per rinfrescare.

Una curiosità: nella ricetta sembra che ci sia un falso storico, infatti la leggenda narra che non ci sia un vero e proprio pestato. Il Mojito attuale, creato intorno alla fine del 900, ha un qualcosa di "modificato". In verità erano pezzi di lime spremuto e zucchero liquido, e il famoso ghiaccio tritato: quindi sembra che sia solo una lettura sbagliata della prima ricetta trovata, dove si faceva riferimento a crashed ice. Ma pensiamo che al tempo il ghiaccio non era come adesso in quanto i cubetti non esistevano, e si potevano reperire solo enormi blocchi di ghiaccio. E con crushed molto probabilmente si riferivano a pezzi di questo enorme blocco.

Adesso non ci rimane che gustarci il nostro Mojito!

Igredienti: Succo di lime, sciroppo di zucchero liquido, menta, e soda, e il ghiaccio non tritato ma a cubetti!
 

Contatti

redazione@grossetooggi.net
mob. 338.1604651
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK