L'Università è a Grosseto: quattro corsi anche nel 2015-2016

La teledidattica garantisce pari condizioni tra Siena e Grosseto. Tutto interattivo e in tempo reale

| Categoria: Attualità
STAMPA

GROSSETO - A Grosseto c'è a tutti gli effetti l'università. E questo grazie all'impegno del Polo universitario grossetano e di altre realtà pubbliche, a partire dall'amministrazione comunale. E’ possibile infatti, dallo scorso anno accademico, frequentare a Grosseto quattro corsi di laurea, grazie all'avanzato sistema della teledidattica. Gli studenti possono seguire le lezioni dei corsi di Economia e commercio, Scienze economiche e bancarie, Scienze storiche e del patrimonio culturale e Infermieristica, e interagire in tempo reale con i docenti di Siena. A presentare l'attività del Polo il Sindaco Emilio Bonifazi, l'assessore alla Cultira Giovanna Stellini, la Presidente del Polo Universitario e del Comitato Tecnico Scientifico, rispettivamente Gabriella Papponi Morelli e Antonio Capone e il vicecommissario Asl, Daniele Testi.

Sono già 150 gli studenti che hanno frequentato i corsi in teledidattica che si tengono nelle sedi di via Ginori, 43 e di via Zanardelli, 2 in contemporanea con i frequentanti di Siena, ma godendo anche del supporto qualificato di “tutor”.
“A Grosseto abbiamo una grande opportunità per i nostri ragazzi – ha spiegato il Sindaco Emilio Bonifazi – grazie al lavoro del Polo universitario che trova da sempre un sostegno concreto nell'amministrazione comunale, tanto dal punto di vista finanziario che logistico, dai 200mila euro l'anno ai locali comunali concessi all’Università, prima alle Clarisse e oggi in centro e all'ex Gil”.
“Siamo ottimisti rispetto alle iscrizioni per il prossimo anno perché, in pratica, frequentare a Grosseto è come essere seduti sui banchi delle aule di Siena ma senza doversi spostare – ha sottolineato l'assessore alle Politiche educative, Giovanna Stellini – e invece troppo spesso passa il messaggio che da noi non ci sarebbe più l'università. Non è vero”.
“Deve essere chiaro – ha spiegato la Presidente del Polo Universitario, Gabriella Papponi Morelli – che non stiamo parlando di università telematiche, bensì di aule collegate in tempo reale e interattive, a parità di condizioni con gli studenti presenti a Siena e anche con più servizi”.
Oltre ai corsi di laurea sono presenti presso il Polo di Grosseto laboratori didattici e di ricerca; in collaborazione con l’Università di Siena, si svolgono correntemente attività culturali, formative e integrative realizzate in collaborazione con esperti e studiosi di livello internazionale e corsi di alta formazione come il Corso Nuovi Mestieri Digitali, passando per corsi di Fotografia, iniziative e conferenze scientifiche, fino alle Winter e alle Summer School.
E’ inoltre attivo il Master di secondo livello in Archeologia preventiva, che si qualifica per le caratteristiche di innovazione e di alta specializzazione.
Durante la scorsa primavera sono stati organizzati incontri di orientamento in alcune scuole superiori cittadine, come l'Istitituto Leopoldo II di Lorena e il Polo Bianciardi. Obiettivo è quello di favorire una scelta consapevole da parte degli studenti della scuola secondaria superiore. A tali incontri di aprile hanno partecipato, oltre all'assessore Giovanna Stellini, anche docenti dell’Università di Siena per i diversi corsi di laurea.

Contatti

redazione@grossetooggi.net
mob. 338.1604651
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK