Operazione aria pulita

Finalmente la pioggia per lavare via lo sporco dalle nostre città

| di Marco Vannini
| Categoria: Attualità
STAMPA

La pioggia tanto attesa ha fatto capolino anche nel nostro paese, scongiurando il rischio siccità, ma soprattutto ripulendo l’aria inquinata che si respirava in molte delle nostre città.

Sospiro di sollievo che ci ha fatto tornare il sorriso. La pioggia ci ha permesso di dimenticare i disagi patiti nei giorni scorsi, ma non ha risolto, ha soltanto posticipato il problema, scaricando nella terra tutto quello che era nell’aria.

Il vero problema, secondo me, non è rappresentato dalla mancanza di precipitazioni e venti forti che ripuliscono, ma il nostro rapporto con il pianeta e la consapevolezza che non lo consideriamo come una risorsa e quindi come tale non lo trattiamo.

Spesso, parlando con amici dei mali del nostro tempo, salta fuori sempre l’accezione: è una cosa culturale.

Dobbiamo quindi auspicarci di continuare a crescere culturalmente, per poter arrivare a toccare il problema nel suo centro nevralgico.

Molte volte ho sentito dire che certe cose non si possono fare perché i costi sono troppo elevati; elevati rispetto a cosa mi chiedo io.

Inquinare meno, imparando a rispettare le risorse, e a non considerarle più come scontate

Marco Vannini

Contatti

redazione@grossetooggi.net
mob. 338.1604651
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK