Partecipa a GrossetoOggi.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Concerto di Natale in grande a Manciano: più di 200 studenti sul palco

Tutto esaurito al Palazzetto dello sport

Condividi su:
MANCIANO – Festa in grande, ieri sera, al Palazzetto dello sport di Manciano. Più di 200 bambini hanno partecipato al concerto di Natale organizzato con la scuola di musica Chiti, riproponendo brani della tradizione natalizia e dei grandi cantautori italiani. Sul “palco” non solo gli studenti della primaria, ma anche i piccoli che frequentano l’infanzia dell’istituto comprensivo Pietro Aldi di Manciano. Uno spettacolo che è stato allestito grazie al progetto didattico, proposto da Michele Santinelli direttore dell’orchestra False partenze, che si è reso disponibile a dirigere i bambini in modo da poterli avvicinare alla musica. Il gran finale è stato infatti preceduto da due mesi di prove che sono stati resi possibili anche dalla disponibilità dimostrata dalle insegnanti, entusiaste dell’iniziativa didattica proposta a costo zero.
"Un progetto simile era stato realizzato anche 6 anni fa, ma limitato ad una sezione dell'infanzia - dichiara Santinelli -. Abbiamo proposto anche con altre associazioni iniziative simili. Inizialmente lo spettacolo degli studenti dell'istituto di Manciano doveva essere limitato per un discorso di continuità alle scuole dell'infanzia e alle prime elementari, poi, le insegnanti si sono dimostrate così interessate al progetto che è stato esteso a tutti gli altri studenti. Sono molto soddisfatto della serata. I bambini si sono dimostrati all'altezza, cantando brani del Natale o canzoni di grandi artisti, in versione un pò più moderna con l'accompagnamento strumentale dei 20 componenti dell'orchestra False partenze".
I piccoli artisti hanno reso così i propri auguri di Natale ai famigliari presenti. In molti, infatti, hanno raggiunto il Palazzetto dello sport per assistere al concerto dei cantanti in erba. Ringraziamenti particolari sono stati destinati a Michele Santinelli, che, dopo aver coordinato più di 200 allievi, ha reso possibile uno spettacolo unico.
Condividi su:

Seguici su Facebook