Orbetello: ecco la nuova giunta

| Categoria: Politica
STAMPA

Novità e grandi cambiamenti nel comune di Orbetello: questa la nota del sindaco Monica Paffetti.

"Le problematiche, che nell’ultimo periodo si sono verificate nel comune di Orbetello, hanno determinato la necessità di un cambiamento nell’amministrazione. Problematiche politiche, di emergenza ambientale, legate a modifiche normative (ad esempio il fine del commissariamento della laguna) inserite in un contesto che vede la presenza di una grave crisi economica su tutto il territorio comunale.

Tutto questo ha determinato la necessità di un cambiamento:novità legate a un'ottimizzazione delle risorse umani presenti, per aumentare la partecipazione e il coinvolgimento attivo di tutti.

L’obiettivo principale è quello di realizzare in maniera concreta le risposte alle esigenze dei cittadini; in un momento socio-economico difficile e complicato,  registriamo numerose chiusure di attività produttive con conseguente perdita di posti di lavoro. Situazione uleriormente aggravata dall’evento alluvionale che ha colpito il nostro territorio.

Sono due le persone di estrema fiducia selezionate per la nuova giunta: Aldi e Martellini.

L’avvocato Aldi dovrà adesso occuparsi e seguire tutto ciò che concerne la laguna: una questione da sempre problematica che nel dicembre 2012, con la modifica della legge sulla Protezione Civile di luglio, è uscita dal regime commissariale attualmente gestito dalla Regione. Stiamo lavorando per arrivare alla formazione dell’Ente Laguna, per fare accordi di programma sia con la Regione sia con la Provincia che con il Ministero dell’Ambiente, per poter procedere alla bonifica della laguna; parallelamente si sta discutendo con il Ministero dell’economia e delle finanze per la questione della raccolta delle alghe. Si occuperà altresì di quelli che sono e saranno i progetti più importanti di sviluppo economico di Orbetello e delle frazioni, ma non solo: sul piatto ci sono anche Sitoco, Idroscalo e il porto di Talamone.

L’altra figura fondamentale è e sarà quella del geometra Martellini, al quale ho proposto di seguire i lavori di ricostruzione di Albinia: nove milioni di euro di lavori che stiamo appaltando in questi giorni e che determineranno la soluzione di molte problematiche del paese. Questo senza dimenticare lle due frazioni di Talamone e Fonteblanda, come per altro ha fatto egregiamente in questi due anni.

Sono state inoltre riviste le deleghe agli assessori, perché tramite il coinvolgimento di ulteriori consiglieri si riesca a portare risposte sempre più concrete ai cittadini.

Roberto Miralli quindi sarà investito dell’assessorato al bilancio e ai tributi, l’Ing. Mario Chiavetta si occuperà invece della cruciale questione dei lavori pubblici. L’archietrtto. Stoppa, conservando alcune delle sue deleghe tra le quali il demanio, passerà il testimone del patrimonio pubblico a Giuliano Baghini che manterrà il suo ruolo per quanto riguarda la Protezione civile e l’innovazione tecnologica. Mauro Barbini si occuperà invece delle politiche abitative e dell’ambiente.

L’urbanistica rimarrà tra le deleghe di competenza sindacale, insieme a quelle della cultura e della sanità.

Anche l’agricoltura resterà nelle mani del capogruppo Angelo Amadori che, in questi mesi, ha seguito i problemi del settore ulteriormente aggravatisi dopo l’alluvione, soprattutto tenendo conto che l’agricoltura è la seconda voce tra le fonti dell’economia del nostro territorio, subito dopo il turismo. Confermata Sara Zauli alle pari opportunità.

L’obiettivo più importante, oltre al compattamento del centro sinistra, è di dare risposte concrete alla gente: magari andando a creare una sempre maggiore aggregazione e collaborazione tra i consiglieri, la giunta, le forze politiche e soprattutto i cittadini.

Saranno obiettivi da raggiungere il prima possibile e rimboccandosi le maniche: i lavori ad Albinia, la messa in sicurezza delle scuole, la tutela della laguna, lo sviluppo economico incentivando il turismo e tutelando l’agricoltura; senza dimenticarci della questione dell’autostrada tirrenica.

Le risposte di oggi dovranno tracciare il percorso che porterà il centrosinistra al governo di questo territorio anche nei prossimi anni, iniziando da un cambiamento per dare non solo più forza alla coalizione Uniti per il cambiamento, ma a tutta la cittadinanza."

Contatti

redazione@grossetooggi.net
mob. 338.1604651
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK