Partecipa a GrossetoOggi.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Economia: maggiore chiarezza su fotovoltaico e impianti in leasing

Ecco i nuovi calcoli del modello Unico

Condividi su:

Il trattamento tributario degli impianti fotovoltaici è da sempre un grande punto interrogativo per professionisti e imprenditori. Nel caso in cui l'impianto è oggetto di un contratto di leasing, i dubbi aumentano. Perciò l'Agenzia delle Entrate ha deciso di apportare maggiori chiarimenti alla precedente circolare 36/E/2013 in tema di ammortamenti degli impianti fotovoltaici, applicando un'aliquota del 9% qualora il bene si qualificasse come “bene mobile”. Per gli impianti “a terra” l'aliquota si abbassa al 4%. La normativa, inoltre, non teneva conto di un aspetto importante quale la locazione finanziaria, limitando il conduttore nella determinazione del canone deducibile.
Il problema che si è manifestato si concentra nel come contabilizzare i canoni residui, ovvero quelli a partire dalla dichiarazione 2014 non ancora presentata. La risposta ha trovato luogo all'interpello 945-35 del 26 agosto alla direzione generale dell'Agenzia delle Entrate in cui è stato ribadito che “ la tutela dei comportamenti passati prevista dallo Statuto del contribuente copre i periodi d'imposta precedenti ai nuovi chiarimenti”, come già disposto dall'articolo 10 legge n. 212/2000.
In termini contabili si tratta di una variazione temporanea, quindi andranno anticipatamente stanziate le relative imposte tenendo conto del conseguente aumento del debito d'imposta, risolvibile effettuando i versamenti collegati al modello Unico.

Condividi su:

Seguici su Facebook